Ventimiglia: «Senza Salvini, Macron ci rimanda 100 immigrati al giorno»

di Aspasia |

Ventimiglia: «Senza Salvini, Macron ci rimanda 100 immigrati al giorno» Bufale.net

Voxnews ne ha fatta un’altra delle sue. Ha pubblicato il 21 settembre un articolo titolandolo: “Ventimiglia al collasso, poliziotti accusano: «Andato Salvini, Macron ci rimanda 100 immigrati al giorno»”. Che la situazione alla ligure cittadina di frontiera sia delicata non è un mistero da 4 anni a questa parte. Così dice Maurizio Marmo al Corriere della Sera, il 17 settembre: «Non è questione di predicare bene e razzolare male, perché è dal giugno 2015, da quando ci fu la prima emergenza, che i francesi razzolano male. Quindi la novità è solo nel dato statistico». Ma creare psicosi è solo controproducente, come dimostra questo vecchio caso avvenuto sempre a Ventimiglia. Voxnews, tra le altre cose, riporta un comunicato che le forze dell’ordine del paese in provincia di Imperia avrebbero rilasciato tramite il SIAP (Sindacato Italiano Appartenenti Polizia).

Queste le parole del segretario Roberto Traverso

È giusto chiedersi come sia possibile che dopo solo pochi giorni dall’insediamento del nuovo Governo Contebis a Ventimiglia i respingimenti al confine francese si siano decuplicati (in media sono passati da 10 a 100 al giorno). È giusto chiedersi come mai e da dove sono spuntati moltissimi migranti sul territorio Ligure, visto che improvvisamente a Ventimiglia ci sono di nuovo migranti ovunque e che ovviamente non possono essere quelli sbarcati nell’arco di pochi giorni. È giusto chiedersi se esiste in Liguria chi è in grado di lavorare nell’ombra per condizionare fenomeni sociali che si ripercuotono sulla sicurezza del territorio.

La realtà è questa: a Ventimiglia dopo una surreale calma piatta terminata con la caduta del primo Governo Conte si è magicamente ripresentato lo scenario critico di mesi e mesi fa ed i Poliziotti che lavorano a Ventimiglia (Frontiera, Commissariato, Polfer, Reparto Prevenzione Crimine, Reparto Mobile, Questura, Stradale, Scientifica ect..) si trovano alle prese con criticità di ordine e sicurezza pubblica molto delicate… mentre sul fronte investigativo le risorse, come suddetto, non ci sono.

Ma non è Voxnews a dirci che è Roberto Traverso a lanciare questo appello. Come non riporta neanche la dichiarazione che intercorre tra i due paragrafi su riportati, che invece c’è nel comunicato uscito su Sanremonews.

Ecco ciò che è stato depennato dalla redazione di Voxnews sul caso di Ventimiglia:

Occorre indagare seriamente ed in profondità su un territorio dove le Forze dell’Ordine sono impiegate per scortare le processioni religiose in odore di mafia ma come denuncia il SIAP da tempo i numeri di Poliziotti impiegati per l’attività investigativa anche a supporto della D.I.A. è assolutamente insufficiente

Poliziotti, che hanno atteso invano il realizzarsi di promesse elettorali fatte, da parte di chi è andato in Parlamento su aumenti di stipendi mirabolanti, e che invece ad oggi stanno ancora aspettando il pagamento delle ore di straordinario lavorate da circa 20 mesi (Gennaio 2018). I Poliziotti hanno bisogno di certezze per garantire sicurezza democratica e non promesse demagogiche

Il significato dell’intera dichiarazione, allora, risulta sicuramente diverso rispetto a quello che Voxnews vorrebbe far passare. Servono più persone per far fronte a una crisi che sembra pilotata.

I numeri dell’emergenza di Ventimiglia provengono dal Corriere della Sera

I respingimenti dei migranti verso l’Italia da parte delle forze dell’ordine francesi non sono mai cessati del tutto, nonostante le proteste delle organizzazioni umanitarie […]. A luglio ed agosto erano state contate poco più di 150 persone al mese, ben sopra la media annuale. Ma nella prima settimana di settembre, il numero si è impennato fino a diventare abnorme, 420 migranti prima trattenuti e poi rilasciati in strada. Rispediti oltre confine, da noi, con le consuete cattive maniere sempre denunciate dalle associazioni non governative. Nella seconda settimana, 8-15 settembre, la tendenza si è ancora più accentuata, 60-70 persone ogni giorno.

Allora si spiega anche perché Macron sia corso in Italia, il 18 settembre, prima del pre-accordo di Malta del 23 settembre.  Inoltre, il video allegato all’articolo da Voxnews è tratto da un servizio di Stasera Italia del 19 giugno 2018. Dell’anno scorso. TgCom24 integra con gli imperdonabili sbagli e prepotenze della gendarmeria francese, presumibilmente il contesto di partenza dell’approfondimento andato in onda sul programma di Rete4.

“Mi hanno tenuto 6 ore in uno stanzino e trattato malissimo. Ci lanciavano biscotti come se fossimo dei cani”. A queste si accompagnano però altre vessazioni: come quella subita da Youssef, nato nel 2002 ma registrato dalla gendarmeria come nato nel 2000 […]. “I francesi mettono le date che vogliono, a me hanno scritto 2000 così ero maggiorenne e mi hanno respinto senza problemi”. La falsificazione delle date sembra essere un problema frequente, perché la stessa polizia di frontiera italiana fa sapere che nel 2017 sono stati centinaia gli errori commessi dai francesi e accertati dall’Italia, che in molti casi ha poi imposto l’accoglienza alla Francia.

Perché l’approfondimento di Voxnews su Ventimiglia è disinformazione?

È necessario leggere l’appello del rappresentante del sindacato delle forze dell’ordine per quello che realmente è: una richiesta di implementare il personale sul posto, non disperdendolo in futili formalità, affinché si possa gestire al meglio la crisi. Voxnews impedisce di capire dove si collochi il problema eliminando parte dal comunicato. L’ostacolo è nell’errata collocazione delle risorse. Inoltre, Voxnews allega un video datato che non ha niente a che vedere con le necessità odierne dei poliziotti di Ventimiglia, cercando di contagiare l’opinione pubblico attraverso allarmismi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News