Ventimiglia, chiamano la polizia per “sospetti di colore”. Ma sono studenti di un master vicino ad un museo. Il prof borghettino: “Assurdità”

di Luca Mastinu |

Quanto accaduto a Borghetto Santo Spirito è stato riportato da Savona News, quotidiano locale nel quale leggiamo che un cittadino ha contattato le forze dell’ordine per via della presenza di alcuni ragazzi di colore in mezzo ad altri ragazzi durante una giornata del master “Scienze del mare”. Si trattava di studenti dell’Università di Brema e il master era coordinato dal docente Alessio Rovere, ricercatore dell’Università tedesca. La denuncia social dell’accaduto è stata operata proprio dal professor Rovere, visibilimente colpito dalla vicenda riportata anche da Open.

Borghetto, prima giornata di studio del corso master "Scienze del Mare" per gli studenti dell'Università di Brema (FOTO)

Vorrei augurare una vita solitaria e triste alla persona che oggi, a Ventimiglia, ha chiamato polizia e carabinieri (ho contato 4 volanti) perché ha visto che tra i miei studenti c’erano alcuni ragazzi di colore. Per la mera cronaca, stavamo spiegando una pericolosissima mappa geologica e ci apprestavamo ad entrare in un museo a 5 metri di distanza. Attività che devono avere oltremodo intimorito il cittadino/a, facendo temere chissà cosa.

Ho apprezzato la generale gentilezza dei poliziotti/carabinieri intervenuti dopo aver chiarito l’equivoco, condite da un lieve imbarazzo per l’assurdità della situazione e dalle parole di un rappresentante delle forze dell’ordine che mi ha porto le proprie scuse, dicendomi che se li chiamano devono intervenire. Spero che le suddette forze dell’ordine abbiano anche provveduto a rintracciare chi li ha chiamati per ricordargli/le che il procurato allarme é un reato.

Essere stronzi e razzisti, invece, é una cosa triste e basta, ma é forse più grave di un reato.

Per fortuna non ci siamo fatti rovinare la giornata e abbiamo concluso il nostro corso iniziato benissimo una settimana fa, con una splendida accoglienza, come solo noi Liguri sappiamo dare.

L’Italia é meglio di così. Gli italiani sono persone stupende, io lo so.

P.s. il link parla della nostra splendida accoglienza Una settimana fa a Borghetto Santo Spirito!!!!

P.P.S (11/03/2019) Voglio sottolineare che TUTTI i rappresentanti delle forze dell’ordine intervenute sono state gentili e professionali. Loro dovere era controllare, e lo hanno fatto in modo efficiente e senza pecche.

Il primo cittadino di Borghetto Santo Spirito Giancarlo Canepa ha espresso solidarietà al docente per l’accaduto: «Mi dispiace Alessio. Torna a trovarci quando vuoi con i tuoi splendidi ragazzi. Ci avete lasciato un ottimo ricordo e uno splendido esempio di integrazione. Sono onorato di avervi ospitato. Vi aspettiamo a braccia aperte». Al progetto “Scienze del mare” hanno partecipato 18 studenti di nazionalità tedesca, nigeriana, americana e portoghese. Il sindaco Canepa ha parlato con la redazione di Savona News che in un altro articolo ha riportato le sue dichiarazioni:

La nostra non è una città razzista e, sicuramente, si è trattato di un caso isolato che, come si evince dalle parole del Professore, è stato subito chiarito all’arrivo delle forze dell’ordine, ovviamente obbligate ad intervenire sulle segnalazioni fatte.

Resta ancora da chiarire che tipo di segnalazione abbia fatto l’anonimo cittadino allarmato dalla presenza di alcuni studenti di colore,  per questo aggiungiamo “Precisazioni” al tag “Notizia vera”, nell’attesa di eventuali maggiori dettagli sulla vicenda.

Latest News