Vaccino per il Coronavirus in Africa: cosa è successo in Senegal? – La Bufala dei sette morti in Senegal

di Shadow Ranger |

Vaccino per il Coronavirus in Africa: cosa è successo in Senegal? – La Bufala dei sette morti in Senegal Bufale.net

Ci segnalano i nostri contatti un post Voltron, un acchiappaclick a base di complotti e bufale basato su una delle grandi verità di questi mesi.

Puoi tirare fuori click e viralità collegando a caso articoli e testi scollegati, ma se ci metti il tag #coronavirus avrai orde di cliccatori e condivisori a portarti visualizzazioni.

Vaccino per il Coronavirus in Africa: cosa è successo in Senegal? Dove sono i sette morti in Senegal?

Vi facciamo subito uno spoiler rapido noi. Non ci sono.

In Senegal una notizia inizialmente non confermata (sottolineo: non confermata) e poi rivelatasi una bufala, vuole che un tizio a caso avrebbe fatto irruzione in una casa spacciandosi per un medico latore di vaccini e cure miracolose. E come sovente accade nei casi di ciarlataneria, sono morti dei ragazzini.

La storia si conclude con la folla urlante che consegna il ciarlatano alla giustizia popolare e la redazione del portale del Senegal che promette di fare luce sulla vicenda.

Ora, sappiamo benissimo che la cosa non è andata così. Ma ci rivediamo subito dopo aver analizzato la bufala per la soluzione dell’enigma.

Fermi. Un. Attimo.

Siamo forse al giornalismo preventivo?

Cioè, tu, blogger di Doingbuzz, al centro dell’informazione, ti riferiscono una sordida storia di truffe, imbrogli, gente che muore e linciaggi popolari, e tu mi fai un articolo sul blog contenente la parola magica Coronavirus e “sette morti in Senegal” promettendo che se ti avanza tempo fai un colpo di telefono o mandi qualcuno a controllare?

Le regole del Giornalismo: tratto da Topolino Magazine
Le regole del Giornalismo: tratto da Topolino Magazine

Conosciamo tutti il valore educativo di Topolino Magazine per l’infanzia e la giovinezza: forse darebbe il momento di recuperare tale valore per gli adulti.

Dato che siamo di fronte ad una notizia nella quale abbiamo:

  1. Un chi ignoto ed evanescente, il solito “Tale che mi ha detto uno che ha fatto cose”
  2. Un che cosa sì, descritto, ma come vedremo del tutto falso e virato sulla Bufala del Giustiziere
  3. Un quando praticamente latitante
  4. Un dove che si limita a “Nel Senegal!”. Come se il Senegal fosse un paesello di cento anime
  5. Un perché riassunto da Perché non ce lo dicono!! I masoni korrotti kasta nn vogliono ke è ora di sapere
  6. E per finire, un come del tutto latitante

Ora la risoluzione dell’enigma.

Siete pronti ora a sapere come è andata coi sette morti in Senegal?

Un piazzista in vena di divertenti scherzoni, con una maglietta coi loghi di una campagna del Ministero della Salute aveva deciso di prendersi beffe di una signora assai impressionabile vantandosi di avere nel suo campionario di oggetti da vendere porta a porta la cura per il Coronavirus.

La donna, zia di un nucleo familiare numeroso e verosimilmente assai impressionabile, ha deciso di radunare tutti i vicini di casa e abitanti del sobborgo di Dalifort, città del Senegal dove vivono, causando comprensibile caos, confusione, assembramenti e l’intervento della Polizia accorsa per portarsi via il burlone e accertare i fatti.

Il burlone non ha quindi ucciso nessun bambino, le accuse nei suoi confronti sono cadute, non è stato linciato e probabilmente ha imparato da questa vicenda che non solo i giochi di mano, ma anche i giochi sui virus sono cose da gran villano e possono provocarti guai.

E, in questo caso, il nostro burlone ha provocato guai anche a noi, costringendoci al fact checking ed al Ministero della Salute del Senegal, costretto a tornare sul tema dei “Misteriosi vaccini in sperimentazione”

Non ci sono sperimentazioni segrete sui vaccini in corso

E questo è il secondo punto fondamentale.

L’articolo che ci viene sottoposto rimarca questa accusa, smentita ampiamente da fonti ministeriali ai nostri colleghi Fact Checker locali, elencando una serie del tutto scollegata di casi in cui nel mondo ci sarebbero state sperimentazioni illegali.

Di questo ne hanno già parlato i colleghi di BUTAC: sono tutti casi ampiamente verificati e che vanno dalla bufala alla disinformazione, passando per il complottismo. Non possiamo che rimandarvi alla loro analisi, e rivederci sul secondo punto.

Anche qui ritorna la bufala del Vaccino di Bill Gates.

Ricorda qualcosa? Ne abbiamo parlato solo ieri, sentenziando che no, non esiste alcun vaccino di Bill Gates, ma solo un vaccino in buon punto di sperimentazione e Bill Gates che ha donato soldi alla ricerca.

Cosa che abbiamo fatto anche noi nel nostro piccolo, che tutti voi dovreste fare anche se non vi consentirà di reclamare diritti sui vaccini, ma almeno avrete usato il vostro denaro in modo utile.

Ciliegina sulla torta, un articolo di Nature sostanzialmente riassumibile in

Tutto il mondo sta faticosamente cercando cure e vaccini per COVID19: vi preghiamo di non lasciare indietro i Paesi del Terzo Mondo

Viene presentato come la pistola fumante del fatto che i Potenti del Mondo vorrebbero sperimentare sull’Africa.

Limitandosi a reinterpretare il titolo. Perché i problemi nascono così: quando non si approfondisce.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News