Truzzu (FdI) è nuovo sindaco di Cagliari ed ex Sentinella in piedi, ma non solo: “Ucciderli a casa loro”

di Redazione |

Truzzu

Arriva un pesante attacco oggi 18 giugno da parte di Selvaggia Lucarelli nei confronti di Paolo Truzzu, ex Sentinella in piedi a suo dire, senza dimenticare alcuni post del passato che sono stati pubblicati su Facebook dal nuovo Sindaco di Cagliari. Una vittoria fondamentale per Fratelli d’Italia, per certi versi storica, che tuttavia ha spinto la blogger ed opinionista TV a scavare nel passato di questo personaggio politico. La Lucarelli, dunque, torna sotto la luce dei riflettori dopo la storia di Igor, che abbiamo trattato a suo tempo sulle nostre pagine.

Andiamo con ordine, perché sono due gli argomenti contestati a Truzzu. Il primo lo ha portato alla luce la stessa Selvaggia Lucarelli, che ci parla di un post pubblicato dal nuovo primo cittadino del capoluogo sardo il 14 novembre 2015: “Siamo in guerra, non una guerra. E il problema non sono loro, siamo noi. Che facciamo finta di niente, o inneggiamo semplicisticamente alla guerra di religione. Che non cerchiamo il vero nemico e non vogliamo accettare l’idea che è giunto il momento di ucciderli a casa loro“.

Parole pronunciate a poche ore dal terribile attacco terroristico di Parigi, che tuttavia appaiono eccessive se pronunciate da quello che oggi diventa per forza di cose un personaggio pubblico. Non è un caso che qui di seguito possiamo notare proprio il post pubblicato da Selvaggia Lucarelli su Facebook, in cui si fa esplicito riferimento a quanto dichiarato in quel particolare contesto da Truzzu.

Truzzu ex Sentinella in piedi

L’altro fattore sul quale si concentra l’attacco a Truzzu in queste ore è il fatto di essere considerato un’ex Sentinella in piedi. Tutto nasce dall’approfondimento che è stato pubblicato in queste ore da Next Quotidiano, in riferimento alla partecipazione da parte del sindaco di Cagliari ad una manifestazione in cui è apparso accentuato il concept dell’omofobia. La sua presenza è certa, il significato è tutto da valutare.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News