Sovranisti contro Decreto Legge 173/2020 che vieta di offendere Conte, ma è una bufala

di Redazione Bufale |

Decreto Legge 1732020
Sovranisti contro Decreto Legge 173/2020 che vieta di offendere Conte, ma è una bufala Bufale.net

Sta facendo discutere davvero tanto, in queste ore, il cosiddetto Decreto Legge 173/2020, che a detta di alcuni utenti sui social avrebbe come unico scopo quello di impedire agli italiani di esprimere le proprie opinioni di dissenso nei confronti del Premier Conte. Nei giorni scorsi abbiamo già analizzato più da vicino alcune bufale riguardanti il DPCM di Natale, ufficializzato dal Presidente del Consiglio la scorsa settimana, a testimonianza del fatto che ci si indigna con grande velocità, ma raramente si approfondisce un argomento.

In tanti stanno cascando nella bufala sul Decreto Legge 173/2020 che proteggerebbe Conte

Pubblicando lo screenshot del finto Decreto Legge 173/2020, infatti, in tanti evidenziano come un articolo dello stesso evidenzi la necessità di porre un freno alla violenza verbale nei confronti delle più alte cariche dello Stato. Il suddetto documento, va detto, non cita in modo esplicito Giuseppe Conte, ma in tanti, ricondividendo il tutto con tanta rabbia, menzionano proprio il Premier chiedendosi come sia possibile che a fine 2020 si possa arrivare a tanto. Su più fronti, poi, si torna a citare la cosiddetta dittatura.

La situazione è diversa, nonostante si possano trovare su Facebook anche post del genere: “Se questo non viene considerato un attentato alla libertà di parola da tutti coloro che si ritengono democratici, allora o sono in malafede oppure aspettano il bene placet dal capo gregge di riferimento“. Eppure, è sufficiente farsi un giro nell’apposita pagina che la Gazzetta Ufficiale ha dedicato proprio Decreto Legge 173/2020, esaminando allegati ed articoli vari, per scoprire che non ci sia alcuna traccia di questo provvedimento.

Il tutto, rivendicando il diritto ad insultare il Presidente del Consiglio (cosa ben diversa dalla libertà di espressione e di opinione, anche a mezzo social), come se si trattasse di un qualcosa di dovuto. Insomma, il Decreto Legge 173/2020 esiste, ma non tutela in alcun modo il Premier Conte come qualcuno vuol far credere.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News