Ragazzo gay massacrato a Pescara: consiglio comunale con Lega, FdI e FI contro la mozione per tutelarlo

di Redazione Bufale |

Consiglio comunale
Ragazzo gay massacrato a Pescara: consiglio comunale con Lega, FdI e FI contro la mozione per tutelarlo Bufale.net

Sono già state spedite al mittente le accuse di strumentalizzazioni legate al concetto di omofobia, ma oggi 30 giugno bisogna prendere atto di quanto emerso da un recente consiglio comunale a Pescara, dove di recente c’è stata una grave aggressione ai danni di un giovane omosessuale. Il ragazzo, infatti, stava passeggiando mano nella mano con il suo compagno, quando ad un certo è stato massacrato di botte da un gruppo di persone. Se da un lato abbiamo grandi marchi che non si tirano indietro, coi fatti, nel condannare situazioni spiacevoli, come abbiamo visto di recente con Netflix, in Italia non sempre funziona così.

Cosa ha deciso il consiglio comunale di Pescara sul ragazzo gay aggredito

Con 11 voti contrari e 10 favorevoli, nelle ultime ore il consiglio comunale di Pescara ha deciso di non essere una parte attiva in un eventuale processo che vedrebbe il giovane rivendicare i propri diritti al cospetto dei colpevoli del vile attacco. Va sottolineato che il fatto di cronaca è grave non solo dal punto di vista simbolico, ma anche medico, se pensiamo che ne avrà per almeno trenta giorni.

Secondo quanto si apprende tramite fonti locali, infatti, al giovane dovrà essere letteralmente ricostruita la mascella fratturata a causa dell’incredibile violenza esercitata dagli aggressori. Durante il consiglio comunale di Pescara si è valutata la possibilità di partecipare ad iniziative locali contro l’omofobia e, come accennato, di schierarsi con la vittima in caso di processo, ma la richiesta è stata respinta.

I voti contrari, che hanno prevalso di pochissimo, arrivano da Antonelli Marcello, Foschi Armando, Montopolino Maria Luigia, Orta Cristian, Carota Maria Rita, Salvati Andrea e D’Incecco Vincenzo della Lega. A loro si aggiungono Croce Claudio, Di Pasquale Alessio, Renzetti Roberto di Forza Italia, oltre a Rapposelli Fabrizio di Fratelli d’Italia. Forti polemiche in rete, ma Giornalettismo conferma queste tesi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News