“Quello che accade quando prelevano un bambino da scuola”, ma è un video russo di cui non si conosce la fonte

di Bufale.net Team |

“Quello che accade quando prelevano un bambino da scuola”, ma è un video russo di cui non si conosce la fonte Bufale.net

I nostri lettori ci segnalano un video pubblicato su YouTube col titolo: “Quello che accade quando prelevano un bambino da scuola” e che riprende la notizia delle misure sui contagiati in classe di cui abbiamo parlato in questo articolo. Il filmato mostra le immagini di un bambino piangente che viene adagiato in una barella sigillata da personale medico dotato di indumenti di sicurezza, per poi essere portato via a bordo di un’ambulanza.

In apertura del filmato compare la scritta: “Attenzione è solo un’esercitazione ma è proprio quello che succederà”. Oltre ai commenti in cui emerge la paura per le immagini mostrate e la convinzione che tutti i bambini saranno portati via della Gestapo Sanitaria troviamo, inevitabilmente, i dubbi di chi chiede la fonte del video.

Il video è stato girato in Russia

È evidente, infatti, che il video sia stato girato in Russia e ciò non è sfuggito ai media locali. In termini di riscontri internazionali troviamo un riferimento sul Daily Mail in questo articolo che tuttavia non approfondisce l’argomento né cita la fonte.

Per quanto riguarda le fonti russe troviamo un pezzo pubblicato da Gazeta. Facciamo, in primo luogo, una precisazione: il video è stato pubblicato in Italia il 7 giugno 2020 mentre sia il Daily che Gazeta lo hanno riportato in aprileGazeta lo ha pubblicato il 15 aprile 2020.

I dubbi del commissario per i diritti dell’infanzia

Gazeta scrive che il video è stato girato a Krasnodar, nella Russia europea meridionale e riporta che il video è stato ampiamente condiviso tra gli utenti social nel mese di aprile. Il materiale non è sfuggito a Tatyana Kovaleva, commissario per i diritti dell’infanzia della città, che ha chiesto delle indagini per risalire alle origini e agli autori del video. “Non commenterò finché non avrò una risposta”, ha dichiarato la Kovaleva che ha anche aggiunto: “I video hanno un’origine diversa e ora la speculazione è completamente inutile”.

Per il momento, quindi, non sono note le origini del video e il commissario per i diritti dell’infanzia, che ha chiesto di indagare, non ha ancora ricevuto notizie. Il video che mostrerebbe un’esercitazione (?) che simula il momento in cui prelevano un bambino da scuola per il momento non ha fonti e la nostra analisi è in corso.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News