Quante bufale e foto sbagliate sull’incendio in Amazzonia: ci cascano anche CR7 e Di Caprio

di Redazione |

incendio in Amazzonia

L’incendio in Amazzonia è uno di quegli argomenti che certo non ci può lasciare indifferenti e che, per forza di cose, merita l’attenzione di tutti. Normali cittadini, politici e giornalisti. Tuttavia, come spesso avviene in queste circostanze, stanno prendendo piede alcune fake news che devono essere analizzate con altrettanta attenzione. Perché se da un lato è vero quanto abbiamo riportato ad inizio articolo, allo stesso tempo è importante non alimentare notizie false su un argomento già di suo delicato

Nello specifico, ci sono diverse foto che stanno girando oggi 23 agosto sui social a proposito dell’incendio in Amazzonia. Si tratta di immagini reali, nel senso che non sono state modificate con appositi programmini, ma che allo stesso tempo si riferiscono a contesti completamente diversi rispetto a quelli di cui tanto si parla da un po’ di giorni a questa parte. Proviamo dunque ad analizzare i casi specifici, se pensiamo che ci sono cascati anche Cristiano Ronaldo e Leonardo Di Caprio di recente.

CR7 e Di Caprio ci cascano: pubblicate foto sbagliate sull’incendio in Amazzonia

Persino Cristiano Ronaldo ci è cascato, al centro in settimana di fake news in merito al suo infortunio che non dovrebbe pregiudicare la presenza del portoghese nell’esordio in Serie A contro il Parma domani, come vi abbiamo riportato con un articolo specifico giorni fa. Il portoghese, su Instagram, ha pubblicato un post con la foto di una foresta in fiamme. La foto riportata ad inizio articolo si riferisce in realtà ad un rogo presso la stazione ecologica di Taim in Brasile nel 2013. Quella pubblicata da Leonardo Di Caprio, invece, è stata pubblicata nel febbraio 2018. In entrambi i casi abbiamo conferme da Express.

Come evidenziano altre fonti, poi, ci sono alcune fake news “generiche” che girano sull’incendio in Amazzonia. Ad esempio, va ricordato che questi eventi avvengono spesso, rendendosi necessari per ricavare spazi agricoli. Inoltre, si crede erroneamente che il fumo avrebbe coperto San Paolo proprio a causa dell’incendio in Amazzonia. In realtà giunge dal Paraguay. Anche la scimmia disperata è in realtà uno scatto di diversi anni fa.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News