Profugo confessa: “Fuggito in Italia perché ho ucciso tante persone”

di Luca Mastinu |

Profugo confessa: “Fuggito in Italia perché ho ucciso tante persone” Bufale.net

Un articolo del 5 ottobre 2017 pubblicato da Voxnews riprende a circolare in questi giorni, probabilmente per lo strumento “Ricordi” di Facebook. C’è da dire innanzitutto, che il profugo cui il titolo fa riferimento non è uno qualsiasi, bensì si tratta di Guerlin Butungu, riconosciuto come il capo branco degli stupratori che nella notte tra il 25 e il 26 agosto assalirono una coppia polacca e una trans peruviana a Rimini.

Il titolo di Voxnews, nella solita maldestra tattica di disinformazione, attribuisce a Butungu la confessione che lo vede fuggitivo in Italia in quanto macchiatosi di omicidi quando ancora si trovava in Congo.

Nel testo, invece, il copia-incolla compulsivo precisa che tale affermazione appartiene al minorenne nigeriano insieme al gruppo di aggressori aveva partecipato allo stupro di gruppo. Il minorenne nigeriano, tra l’altro, era l’unico del branco a non aver scaricato le colpe sugli altri elementi della banda. L’affermazione sulla fuga strategica di Butungu era stata riportata dal Resto del Carlino il 5 ottobre 2017. Il minorenne aveva detto che il congolese gli aveva riferito in confidenza di essere un assassino fuggito dal suo Paese per evitare la cattura, ma Butungu non ha mai confessato i suoi delitti commessi in Africa in aula:

So, perché me lo ha detto lui, che nel suo Paese, il Congo, Guerlin aveva ucciso tante persone e per quel motivo era andato via.

Come precisava anche Il Mattino, le verità nascoste di Butungu erano state rivelate soltanto dal minorenne, che appunto aveva riferito che il capo brano gli aveva fatto delle confessioni.

Oggi, un titolo come quello di Voxnews, si presenta in un contesto storico in cui l’opinione pubblica non si ritrova a collegare automaticamente il virgolettato agli orrori di Rimini del 2017, dunque abbiamo a che fare con l’ennesima trovata acchiappaclick che, a questo giro, viene operata principalmente da chi condivide la notizia senza verificare. Il passato omicida di Butungu apparteneva essenzialmente alle parole riferite dal suo complice, ma il congolese a capo del branco non ha mai confessato i suoi delitti commessi in Africa in tribunale.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News