Accordo Conte-Vaticano: ponte aereo scarica 600 immigrati

di Aspasia |

Accordo Conte-Vaticano: ponte aereo scarica 600 immigrati Bufale.net

Anzitutto, vergognarsi di parlare di persone come se fossero bagagli. Non c’è ombra di dubbio che un titolo che suona «Ponte aereo scarica 600 immigrati africani in Italia: accordo Conte-Vaticano, avranno case» abbia una sola firma: VoxNews. E VoxNews significa disinformazione assicurata. Perché però abbiamo deciso di mettere la mascherina della ‘precisazione’? Perché 12 parole su 14 di cui è composto il titolo corrispondono a verità. Il problema è tutto il resto dell’articolo, che la maggior parte degli utenti che in questo momento lo sta diffondendo sul web non ha ovviamente letto. Ma procediamo con ordine.

«È scandaloso. Non solo le Ong. Non solo l’Ocean Viking che sbarca il suo carico di clandestini, per la quarta volta di fila, in un porto italiano. Ce li portano anche in aereo».

La Cei, con l’aiuto della Caritas e della Fondazione Migrantes, ha creato un corridoio umanitario per dare asilo ai profughi in tutta sicurezza

«Giovedì 31 ottobre arriveranno, infatti, con un volo di linea dell’Ethiopian Airlines proveniente da Addis Abeba, 51 immigrati. Il loro ingresso in Italia è reso possibile ‘grazie’ al nuovo protocollo d’intesa con lo Stato italiano, firmato lo scorso 3 maggio dalla Cei (attraverso Caritas Italiana e Fondazione Migrantes) e dalla Comunità di Sant’Egidio, che prevede l’arrivo di 600 immigrati».

Non c’è trucco e non c’è inganno. La “colpa” è del Primo Ministro Giuseppe Conte. Ma VoxNews confida nel fatto che i condivisori compulsivi, pieni di bava alla bocca per la rabbia, non si accorgano che tale corridoio umanitario era previsto già quando c’era il Ministro di cui la “redazione” di Voxnews si è più volte manifestata sostenitrice, Matteo Salvini. Allo stesso modo in cui avevano manipolato le informazioni circa la crisi di Ventimiglia.

«I 51 immigrati troveranno ad attenderli alcuni loro familiari, già arrivati in Italia. Saranno accolti in diverse città presso associazioni, parrocchie, appartamenti di privati e istituti religiosi: perché si sa, il Vaticano ha centinaia di case sfitte in Italia, ma non per gli italiani. Solo per importare immigrati».

Dunque si tratta di un legittimo ricongiungimento tra familiari? Certo, perché la redazione di VoxNews ha eliminato qualcosa dall’articolo della CEI, fonte per la loro rilettura in chiave nazionalista:

«I 51 profughi troveranno ad attenderli alcuni loro familiari, da tempo residenti e integrati in Italia».

I sobillatori di indignati millantano una situazione pacifica nel Corno d’Africa

Ordine pubblico e sicurezza per le strade non è sempre sinonimo di certo buon gradiente di vivibilità. È vero che il fuoco sembra essere cessato tra Eritrea e Somalia, come da accordo siglato nello scorso anno. Per completezza d’informazioni e affinché possiate farvi un’idea più precisa di quale sia la reale situazione nel Corno d’Africa, vi postiamo due articoli della BBC. Il primo, riguarda la totale mancanza di qualsiasi servizio in Eritrea e quelli presenti sono sottoposti a un rigido controllo statale. Il secondo, è un fatto di cronaca tanto curioso quanto emblematico, che riguarda una squadra di calcio eritrea. I ragazzi che erano andati a giocare in Uganda si sono rifiutati di tornare a casa, e hanno chiesto protezione umanitaria nel Paese in cui erano andati a giocare in trasferta.

Per l’odiatore seriale è sufficiente che in Eritrea e in Somalia non ci siano più sparatorie a ciel sereno perché le persone abbiano una vita dignitosa. Perché per l’italiano senza casa, che non rischia di morire tra le bombe, dovrebbe essere diverso?

«L’appuntamento per il benvenuto ai profughi e la conferenza stampa è fissato per le 10.30 di giovedì 31 ottobre, all’Aeroporto di Fiumicino. […] Se vi trovate in zona, andate a mandarli affanculo a nome di Vox. E di milioni di italiani che non hanno casa».

Se vi trovate in zona, magari potete assistere a scene che vi restituiranno un po’ di umanità. Il ricongiungimento ai cari è un’operazione di civiltà.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News