Pesante frase di Salvini sui senatori a vita da citazione di Grillo: “Muoiono un po’ troppo tardi”

di Redazione Bufale |

Salvini
Pesante frase di Salvini sui senatori a vita da citazione di Grillo: “Muoiono un po’ troppo tardi” Bufale.net

Va contestualizzata, oltre che confermata, la durissima frase di Salvini sui senatori a vita. Arrivati in aula per votare la fiducia al governo Conte, i votanti sono stati apostrofati duramente dal leader della Lega, che nell’occasione ha utilizzato una vecchia espressione di Grillo. A poche ore dalle polemiche relative alle previsioni sulla seconda ondata dei contagi Covid, come vi abbiamo riportato con il nostro articolo di questa mattina, occorre dunque ricostruire quanto avvenuto in aula poco fa, con il commento dello stesso Salvini alle scelte dei senatori a vita.

L’analisi sulla frase di Salvini sui senatori a vita prima della fiducia al governo Conte

A fine articolo troverete il video relativo all’intervento di Salvini sui senatori a vita, con alcune affermazioni che hanno sollevato applausi dal suo schieramento, ma anche evidenti mugugni dall’altra ala presente in aula. Come specificato dal diretto interessato, le sue parole non sono altro che una citazione di Grillo, il quale nel 2012 aveva affermato quanto segue: “I senatori a vita non muoiono mai, o almeno muoiono molto più tardi“.

Il Presidente del Senato, Casellati, non a caso ha subito richiamato all’ordine e al decoro l’ex Ministro dell’Interno, una volta ascoltate le parole di Salvini sui senatori a vita. In ogni caso, la citazione di Beppe Grillo si rintraccia facilmente all’interno del blog ufficiale del fondatore del Movimento 5 Stelle. C’è un apposito post, infatti, che risale al 2012, in cui possiamo ripescare le parole utilizzate da Salvini oggi 19 gennaio.

Per completezza d’informazione, in ogni caso, a seguire trovate il video dell’intervento di Salvini sui senatori a vita, con la necessaria contestualizzazione e la scelta di Salvini di definire successivamente, lui in primis, “disgustosa” quella frase di Grillo. Fermo restando le considerazioni sulle origini di quelle parole, il pubblico in rete continua ad interrogarsi sulla necessità di utilizzarle in occasione del voto di fiducia al governo Conte.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News