Perché è inutile la polemica sul referto medico di Alessandria con paziente definito “omosessuale”

di Redazione |

Referto medico

Un referto medico che giunge da un ospedale di Alessandria indica diverse informazioni su un paziente, anche il fatto che sia omosessuale. In queste ore è esplosa una polemica in Rete a proposito di un documento reso pubblico dal diretto interessato, che ha visto in questo gesto del medico un atto discriminatorio. Dopo aver ascoltato alcuni esperti del settore, ma soprattutto dopo aver preso atto della replica della struttura chiamata in causa, ci sono diversi aspetti da chiarire. Almeno stando alla situazione che si è venuta a configurare oggi 13 luglio.

Autentico il referto medico con paziente definito omosessuale

Partiamo da un presupposto importante e non scontato in queste circostanze, come avrete percepito mesi fa attraverso una storia che ha qualcosa in comune con quella trattata oggi. Il referto medico che sta girando in queste ore è vero e autentico. Nessuna modifica tramite photoshop da parte di presunti personaggi in cerca di notorietà, contrariamente a quanto è stato ipotizzato da qualcuno. Almeno stando alle richieste giunte alla nostra redazione da questa mattina.

 

Precisazioni sull’anamnesi familiare

Quella che sta girando in queste ore tramite il referto medico, è riconducibile alla cosiddetta anamnesi famigliare, richiesta ad ogni ricovero. Partendo da questo presupposto, l’informazione che tanto sta facendo discutere può essere utile per indirizzare il sospetto clinico e la diagnosi. Aggiungiamo che i dati restano coperti da privacy tra medico dell’ospedale, quello curante ed il paziente. Girano inoltre voci su un ricovero per un semplice mal di testa, ma l’ipotesi viene smentita dal fatto che il ragazzo fosse sotto osservazione da ben tre giorni.

La risposta della struttura ospedaliera di Alessandria

A conferma dell’autenticità della notizia sul referto medico, ma anche sul fatto che ci siano state probabilmente polemiche eccessive sulla vicenda del ragazzo omosessuale, è arrivata in queste ore anche la risposta della struttura ospedaliera di Alessandria, come riporta TGCom:

“L’Azienda Ospedaliera è molto dispiaciuta di leggere che un nostro paziente possa essersi sentito ‘discriminato’ in un percorso di cura che prevede la raccolta di dati anamnestici finalizzati a curare nel miglior modo possibile il paziente. L’anamnesi infatti deve raccogliere tutte le informazioni personali e cliniche utili all’eventuale processo di cura. Dispiace che sia stata portata alla ribalta nazionale la Struttura di Malattie Infettive, dove vengono seguiti da anni centinaia di pazienti con vari orientamenti sessuali, senza alcun pregiudizio e senza che con alcuno siano mai evidenziati problemi, anzi il personale della Struttura collabora attivamente con le organizzazioni LGBT della zona con riscontri sempre positivi”.

Edit ore 22:30

Nell’articolo che avete appena letto compariva una parte che era stata rimossa dal supervisore, ma che è risultata pubblicata lo stesso al momento del lancio dell’articolo. Verificheremo il motivo. In ogni caso, si è scatenato l’inferno e lo staff di Bufale – che dopo il lancio dell’articolo non era connesso dal PC – si è ritrovato con il refuso pubblicato. Il primo collaboratore disponibile ha provveduto a risolvere il problema, rimuovendo la parte “distorta”.

L’incidenza genetica prescinde dall’orientamento sessuale, e se qualcuno di voi non dovesse essere d’accordo è pregato di allontanarsi per sempre dalla nostra community.

Il nostro è stato un disguido tecnico: bozza pronta – bozza corretta – bozza pubblicata non corretta. Può succedere, abbiamo a che fare con macchine che potrebbero difettare in qualcosa. Ora è sistemato e vi abbiamo già spiegato il problema nei commenti.

L’incidenza genetica è un parametro che prescinde dall’orientamento sessuale.

Per quanto riguarda i dati statistici fra persone attualmente infette da HIV (etero e omosessuali) nell’articolo trovate tutte le info e i dati. Traete voi le vostre conclusioni, noi ci limitiamo a riportarvi i dati statistici.

Buona serata e grazie per la pazienza.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News