“Oggi cane alla Cacciatora” – il ritorno della bufala del cane mangiato dagli immigrati

di Bufale.net Team |

“Oggi cane alla Cacciatora” – il ritorno della bufala del cane mangiato dagli immigrati Bufale.net

Ci segnalano i contatti una bufala apparsa in diversi profili, anche di rilevanza politica, relativa al “cane alla cacciatora”.

Ovvero una foto ritraente dei giovani di colore che trasportano un montone.

Un ovino, evidentemente, riconoscibile dalle zampe e dalla forma, trasportato lungo una strada e ritratto da una macchina fotografica sita in una macchina vicina

"Oggi cane alla cacciatora"
“Oggi cane alla cacciatora”

Troviamo la stessa foto sul profilo del senatore Iannone, archiviato anche qui, e la trovavamo sulla pagina del deputato Cirielli, entrambi in quota FdI, nonché su molteplici altri profili non istituzionali.

Le didascalie prescelte sono

“Ecco come un povero cane viene trattato dagli immigrati a cui il PD ha aperto le frontiere della nostra Patria. Vergogna!!!”

e

 

“Oggi cane alla cacciatora. Stiamo proprio come nella giungla, caccia libera tanto il Governo Italiano è aperto ad usi e costumi di civiltà più avanzate della nostra”

La bufala del “cane alla Cacciatora”

Ora, non per vantarci, ma sarebbe bastato rileggere il nostro archivio storico, dove conserviamo bufale di ogni genere, per non incappare nel’errore.

La foto, senza alcuna fonte, è apparsa su Internet il 5 luglio del 2019, e allora l’accusa era “aver rubato una pecora”.

Naturalmente non abbiamo mai saputo se si fosse trattato di abigeato o semplice trasporto di una carcassa ovina: all’epoca raccogliemmo i pareri di chi ipotizzava che si trattasse di una carcassa appena abbattuta, trasportata per la macellazione ed il consumo alimentare.

In quel caldo agosto del 2019 il tema di discussione e flame divenne la sensibilità verso il consumo di carne animale: mutati i tempi, oggi i riflettori sono puntati sull’etnia degli interpreti.

E, probabilmente, il momento di confusione tra ovino e canide è dovuto all’influenza della storia del cadavere di gatto che un immigrato in evidente stato di alterazione mentale aveva cercato di cucinare su un focherello stento.

In ogni caso, la foto non è sicuramente odierna, né legata all’attuale situazione, e neppure riguardante un cane.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News