NOTIZIA VERA Vergognoso! Madre di due figli li lascia soli in casa senza cibo e acqua per andare in vacanza col nuovo fidanzato

di Luca Mastinu |

NOTIZIA VERA Vergognoso! Madre di due figli li lascia soli in casa senza cibo e acqua per andare in vacanza col nuovo fidanzato Bufale.net

Ci segnalano un articolo pubblicato su 24 ore notizie (archive.is):

Vlasislava Podchapo è l’emblema dell’irresponsabilità genitoriale. Non è un’esagerazione, ma un dato di fatto: è partita per le vacanze con il suo nuovo fidanzato, lasciando i suoi figli avuti da una precedente relazione soli a casa. I bambini, di 2 e 1 anno, non avevano né cibo né acqua.

La donna aveva conosciuto da poco quell’uomo, e si sentiva amata. Dovendosi però occupare dei suoi bambini, non aveva molto tempo da dedicare al suo fidanzato.

Per questo motivo, in preda ad un delirio, questa mamma ucraina di 20 anni ha deciso di lasciare i suoi bambini soli in casa, fino al suo ritorno. Il piccolo Daniil aveva solo un anno, mentre la sorellina un anno in più.

Una madre responsabile mai avrebbe fatto qualcosa del genere. Il gesto della ventenne, fatto con una lucida follia ha scosso il mondo intero. Secondo quanto riporta il giornale Mirror, la ragazza non ha neanche lasciato cibo e acqua ai due piccoli.

I due fanciulli, che sono nati da un matrimonio precedente, sono così rimasti da soli per diversi giorni. Il più piccolo non è riuscito a sopravvivere, ed è quindi morto di stenti vegliato dalla sorellina. La piccola di due anni invece, stava per dire anch’ella addio a questo mondo, ma si è salvata.

I medici, visitandola, hanno detto che il fatto che sia riuscita a sopravvivere è un miracolo, in condizioni di denutrizione così gravi.

E’ stata la stessa madre a lanciare l’allarme, che è stata arrestata e adesso rischia una condanna pesantissima. Tutti hanno considerato questo gesto qualcosa di vergognoso e assurdo, e del resto non potrebbe essere altrimenti.

La notizia è vera e fa riferimento ad un articolo pubblicato sul Mirror il 7 dicembre 2016. Vladislava Podchapko, 20 anni, aveva deciso di trascorrere nove giorni in compagnia del fidanzato e aveva lasciato in casa i suoi due bambini. Anya, di quasi 3 anni, e Daniil, di 23 mesi.

Li aveva rinchiusi nel suo appartamento al centro di Kiev lasciandoli senza risorse, tranne una esigua scorta di cioccolato. I bambini, disperati e spaventati, avrebbero cercato più volte una fuga tentando di rimuovere il linoleum nei pressi della porta di ingresso e strappando, in alcune zone, la carta da parati. Il piccolo Daniil è morto di stenti dopo 6 giorni, assistito continuamente dalla sorellina anche dopo l’ultimo respiro. Si sostiene che a fare il tragico ritrovamento sia stata la stessa Vladislava, rientrata nell’appartamento dopo la lunga assenza. Anya, oramai in precarie condizioni di denutrizione, è stata ricoverata d’urgenza in ospedale. Alla bambina è stato somministrato del cibo per endovena.

I vicini sostengono di aver più volte tentato di chiedere aiuto alla polizia, allarmati dai pianti incessanti dei bambini, ma di non aver mai ricevuto risposta. Il Mirror riporta il video girato dalla Polizia Ucraina all’interno dell’appartamento:

Vladislava Podchapko, interrogata dagli agenti, ha affermato: “Non sapevo che (Daniil) potesse morire”. Attualmente in carcere, potrebbe scontare una pena di 8 anni per abbandono di minore. Il Consigliere per i Diritti dell’Infanzia Mykola Kuleba afferma che la giovane madre aveva ritirato i suoi bambini dalla scuola materna nel mese di agosto e che i servizi sociali non si erano mai interessati a cercare chiarezza sul caso.

La vicenda è riportata su Daily MailThe SunExpressI due bambini erano nati nel corso del precedente matrimonio, e su BBC leggiamo che la donna aveva avuto un terzo figlio dal nuovo fidanzato. Nei 9 giorni di assenza si trovava infatti nell’abitazione del compagno, sicuramente per trascorrere il tempo anche con il nuovo figlio. Sul suo profilo VKontakte postava continuamente le foto dei suoi bambini con didascalie piene di parole d’amore. Sempre sul social network chiamava “marito” il suo nuovo fidanzato.

In ogni caso, la Polizia nega di aver ricevuto segnalazioni dai vicini di casa.

La piccola Anya potrebbe essere ospitata presso un orfanotrofio, andare in adozione o tornare con il padre naturale. Tra le testate italiane troviamo riscontro sul Giornale e sul Messaggero.

Notizia vera, dunque. Tremendamente.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News