NOTIZIA VERA E PRECISAZIONI Pavia, anziano solo lascia ai cani un milione di euro in eredità

di Luca Mastinu |

NOTIZIA VERA E PRECISAZIONI Pavia, anziano solo lascia ai cani un milione di euro in eredità Bufale.net

Ci segnalano un articolo pubblicato oggi, 12 dicembre, su L’Unione Sarda:

Un milione di euro ai suoi due cani e alle associazioni che si occupano dei quattrozampe.

È quanto ha lasciato in eredità un anziano, come testimoniato dalla chiusura di una procedura testamentaria da parte del tribunale di Pavia.

L’uomo, che non aveva famigliari, ha deciso di fare la generosa donazione ai due cagnolini che gli tenevano compagnia e alle associazioni animaliste.

Grazie a un piccolo escamotage (i cani non hanno personalità giuridica e quindi non possono essere nominati eredi), una parte del denaro andrà a un vicino di casa, che si occuperà degli animali.

I risparmi in banca del defunto, e la villetta in cui abitava, sono invece regolarmente finiti nei conti degli enti, e di conseguenza degli animali abbandonati.

La notizia è vera. Come scrive il Corriere della Sera in un articolo dell’11 dicembre, l’uomo è morto poco più di un anno fa e non aveva parenti diretti ai quali destinare il patrimonio disposto nel testamento olografo. Per questo l’anziano – 80 anni al momento del decesso – aveva espresso la volontà di destinare i suoi bene ai suoi due cani e ad associazioni che tutelano gli animali, con un lascito che ammontava a circa un milione di euro. Sempre il Corriere riporta le dichiarazioni di Francesca Zambonin, legale che si è occupata del caso, che precisa che nominare eredi i due cani – Piccola e Jack (TgCom24) – sarebbe stato impossibile, in quanto non detentori di personalità giuridica.

Corriere della Sera

È stato dunque disposto che i cani venissero affidati a un vicino di casa insieme alla somma di 20.000 euro, destinati esclusivamente al loro mantenimento e benessere. La villetta del defunto e i suoi risparmi in banca, invece, sono stati devoluti ad associazioni animaliste per progetti di tutela degli animali abbandonati.

Il testamento, però, non era controfirmato da un notaio, dunque è stato necessario validarlo presso il Tribunale di Pavia. La notizia è riportata anche dall’Eco di Bergamo

Parliamo di precisazioni, dunque, per sottolineare che la somma di un milione di euro non è stata interamente indirizzata ai suoi cani, che non possono essere nominati eredi in quanto privi, per legge, di personalità giuridica.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News