NOTIZIA VERA E PRECISAZIONI Attacca una bambina ed evita una tragedia

di Luca Mastinu |

Ci segnalano un articolo pubblicato sul sito Bigodino.it (archive.is):

Quante volte vi è capitato di leggere o di sentire episodi sui cani che attaccano gli esseri umani? Tutti li giudicano impazziti, perché apparentemente lo fanno senza un motivo e quindi, vengono poi soppressi. Quante volte avete pensato, perché lo ha fatto? Non se lo meritava… era solo un’innocente… ricordatevi una cosa, nella maggior parte dei casi c’è un motivo ben fondato. Dovremmo dare più fiducia ai nostri amici animali e scoprire il vero motivo del loro comportamento.

Questo episodio è accaduto in una città nigeriana. I cittadini si erano riuniti per celebrare il felice matrimonio tra una giovane coppia innamorata. Ma qualcosa ha stravolto i loro piani… durante la cerimonia il cane della famiglia ha, inaspettatamente, attaccato una piccola bambina innocente. Le sue grida hanno spaventato tutti gli ospiti, rimasti pietrificati dinanzi alla scena. L’animale l’ha costretta ad uscire dalla struttura… Cosa stava succedendo? Era solo una bambina! Era impazzito! Questi i pensieri di quelle persone terrorizzate. Ma poi all’esterno è accaduto l’impensabile… BOOOOOOOOOM!

Quella bambina innocente era un kamikaze inviato dall’associazione terroristica Boko Haram. Il suo compito era quello di farsi saltare in aria e portare con se più vite possibili. Voi avreste mai sospettato di un’angelica bambina? Ma per fortuna questo cane si, ha seguito il suo istinto e ha evitato una tragedia!

Purtroppo, per salvare tutti quegli esseri umani, ha sacrificato la sua stessa vita. E’ morto con l’esplosione ma il suo gesto ha salvato tutte le altre vite. Se non fosse stato per lui, adesso stavamo contando i morti e cercando le parti dei corpi saltati in aria, per rimetterli insieme.

Il mondo adesso lo sta piangendo e tutti insieme stiamo pregando per lui. Questo cane merita il nostro e il vostro rispetto. E, soprattutto merita un’enorme GRAZIE!

Facciamo conoscere a tutti questo EROE e ciò che ha fatto, se lo merita! Condividete la sua storia, augurategli un sereno ponte dell’arcobaleno e pregate per questa gente amici.

CIAO piccolo, RIP…

È facile pensare che un articolo scritto con una tale sintassi e una tale informalità possa in realtà rivelarsi una bufala.

Così non è, perché a Maiduguri, in Nigeria, una simile tragedia si è realmente consumata.

Sulla testata nigeriana Premium Times leggiamo infatti che il cane sarebbe intervenuto mentre erano in atto i festeggiamenti per un matrimonio. La ragazza kamikaze, un’adolescente, si faceva largo tra la folla. Il cane – di proprietà di un’abitante del quartiere – ha assalito la ragazza che ha fatto detonare l’esplosivo mentre lottava per liberarsi dall’attacco. A fornire più coordinate è Victor Isuku, portavoce della Polizia del Borno, che ha riferito che la vicenda si è consumata alle 7:33 del mattino. Nessuno dei presenti è rimasto ferito, ma l’esplosione ha appunto cagionato la morte della ragazza-kamikaze e del cane.

Il riferimento al terrorismo sunnita di Boko Haram compare su Fox News.

Ancora, su Naij.com leggiamo che l’attentato si è verificato il 3 Aprile 2017 e che solo 3 ore prima – alle 4:38 – si erano compiuti due attentati kamikaze alle porte della città di Maiduguri. Gli attentatori si erano fatti esplodere una volta trovatisi braccati dalle forze dell’ordine locali, per evitare di farsi catturare. Ancora, un terzo assalitore si era fatto esplodere nella stessa ora in un luogo differente, anch’egli mentre veniva circondato dalle forze di sicurezza.

L’attacco suicida della ragazzina durante le nozze e che ha visto perire il cane eroe doveva essere il quarto attentato della giornata, con la firma di Boko Haram.

Notizia vera, dunque. La sola precisazione che ci sentiamo di fare riguarda la foto scelta come copertina da Bigodino.it. L’immagine non ritrae il cane-eroe della nostra vicenda, bensì un altro eroe di nome Zanjeer, un Labrador Retriever del corpo di Polizia di Mumbai, che salvò migliaia di vite rilevando ben 3.329 chili di esplosivo RDX, 600 detonatori e altro materiale pericoloso durante gli attacchi del 1993 a Mumbai (ex Bombay) inflitti dal crimine organizzato della D-Company.

Zanjeer morì nel 2000 per un tumore alle ossa e seppellito con Funerali di Stato.

La foto utilizzata da Bigodino.it si trova sul sito Quora.com al n.27, con una breve descrizione delle sue gesta.

Latest News