NOTIZIA VERA Arrestato per la sesta volta in tre anni e mezzo: è già libero

di Luca Mastinu |

NOTIZIA VERA Arrestato per la sesta volta in tre anni e mezzo: è già libero Bufale.net

Ci segnalano una notizia pubblicata oggi, 27 settembre 2017, sull’edizione di Empoli de Il Tirreno:

Arrestato per la quinta volta in tre anni e mezzo: è già libero

Il quarantasettenne di Empoli nello stesso periodo ha collezionato anche trenta denunce, ma il giudice non lo ritiene pericoloso

EMPOLI. Un 47enne residente a Empoli è stato scarcerato dal giudice del tribunale di Firenze questa mattina a seguito dell’ennesimo arresto, il quinto, dal febbraio 2014 a oggi, periodo in cui ha collezionato anche trenta denunce. Nel processo per direttissima non sono state ritenute sussistenti le esigenze cautelari richieste dal pm nonostante l’uomo nel pomeriggio di martedì 26 settembre, violando il regime di sorveglianza speciale a cui  sottoposto, si fosse recato in un locale empolese di via Ridolfi per bere alcolici e molestare verbalmente la barista, da mesi nelle mire dell’uomo da cui avrebbe ricevuto pesanti commenti a sfondo sessuale.

La donna  aveva chiamato i carabinieri ma il 47enne era prima fuggito e poi tornato nel bar, dove la polizia stavolta lo ha fermato. Durante gli accertamenti gli agenti sono stati minacciati dall’arrestato che nel frattempo si era procurato un collo rotto di bottiglia. Negli ultimi tre anni sono molti gli episodi di cronaca che lo hanno visto coinvolto tra cui, lo scorso aprile, l’aggressione immotivata a una coppia di fidanzati in pieno centro storico a Empoli.

La notizia è vera e troviamo riscontro su QuiNewsEmpolese, ma troviamo maggiori dettagli su GoNews, che ricostruisce la vicenda in un articolo pubblicato oggi a mezzogiorno.

L’uomo al centro della cronaca risponde al nome di Franco Persia, classe 1970, abruzzese residente ad Empoli. Dal Febbraio 2014 ha collezionato 30 denunce e 5 arresti e nella giornata di ieri è stato fermato in flagranza di reato presso il Bar Centrale. L’uomo si trovava lì dopo aver eluso la sorveglianza speciale e ignorato le prescrizioni della sua carta di permanenza che prevedeva l’obbligo di soggiorno. Nel pomeriggio, Persia aveva consumato diversi caffè corretti seguitando a molestare verbalmente la barista con pesanti considerazioni a sfondo sessuale.

La ragazza ha dunque chiamato i Carabinieri e l’uomo è riuscito ad allontanarsi prima dell’arrivo dei militari. Poco dopo è tornato al bar ed è stata avvertita la Polizia:

Dopo essere ritornato è stata avvisata la polizia, che stavolta l’ha trovato in flagranza di reato. Gli agenti del commissariato di piazza Gramsci hanno chiesto a lui la carta di permanenza. Il 47enne, che aveva palesemente bevuto alcolici, non l’aveva. Su questo documento, tra le tante cose, era scritto che l’uomo non avrebbe dovuto frequentare bar e osterie, né incontrare pregiudicati, né commettere reati, non uscire tra le 20 e le 6 e avvertire le autorità prima di uscire. Molte di queste prescrizioni sono state ripetutamente violate (tra le 30 denunce cumulate ci sono le violazioni dell’obbligo di dimora).

Durante i controlli l’uomo, fuori controllo, ha ripetutamente picchiato sul cofano della volante, provocando chiunque gli passasse accanto, compreso un ex campione di jujitsu che l’ha subito fatto desistere.

GoNews.it

Messo in fuga, ha fatto in tempo ad entrare nella sua abitazione per uscire nuovamente brandendo una bottiglia di vetro vuota per minacciare gli agenti. In quel momento è stato arrestato e portato in commissariato. «Nella mattina di oggi – scrive GoNews – è arrivato il verdetto del processo per direttissima». Il giudice non ha accettato la richiesta di misura cautelare in carcere richiesta dal pm: l’arresto è stato convalidato ma l’uomo è stato subito scarcerato.

GoNews.it ci ricorda che il 12 aprile Franco Persia aveva aggredito una coppia che si era trovata costretta a sottoporsi a cure mediche. Ora sono in corso le indagini per ricostruire tutte le sue violazioni.

La notizia, dunque, è vera.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News