Negazionisti contro Lorenzo Stocchi, 35enne sano finito in terapia intensiva: “Bugie, stai troppo bene”

di Redazione Bufale |

Lorenzo Stocchi
Negazionisti contro Lorenzo Stocchi, 35enne sano finito in terapia intensiva: “Bugie, stai troppo bene” Bufale.net

Davvero singolare quanto avvenuto in queste ore sulla bacheca di Lorenzo Stocchi, il ragazzo che, come molti sanno, si è rivolto allo stesso pubblico di Zaia, considerando che il governatore del Veneto pochi giorni fa ha deciso di rivolgersi senza mezzi termini ai negazionisti Covid. In sostanza, il giovane di Arezzo ha deciso di raccontare su Facebook la propria storia, evidenziando che prima di essere positivo al Coronavirus sia sempre stato bene, sano e senza particolari problemi respiratori.

Cosa rispondono i negazionisti a Lorenzo Stocchi su Facebook

In pratica, esiste un post social con cui potrete approfondire la storia di Lorenzo Stocchi. Saremmo tentati di parlarvi di “notizia vera” sul fatto in sé, quantomeno perché appare davvero improbabile che una testimonianza così accurata a proposito del Covid difficilmente può essere inventata. Tuttavia, il tag lo abbiamo scelto per riportarvi i commenti dei negazionisti del virus, che hanno voluto esprimere la propria opinione al cospetto di un ragazzo finito in terapia intensiva e che ha rischiato seriamente di morire. Qui qualche esempio:

“Stai troppo bene per essere veramente ammalato di Covid. Chi ha il Covid non ha la forza di scrivere una riga. È una fake news di pessimo gusto”;

“Certo che esiste ma il 95% non ha alcun sintomo! Del 5% solo il 2% li ha forti e l’età media è 90 anni”;

“È troppo spostata sulla sinistria, sembra sovrapposta male. E poi, ha raccontato un film di vicissitudini prima di essere ricoverato, se fosse vero, non sarebbe vivo, troppo tempo perso per l’ospedale”.

Lorenzo Stocchi non si è perso d’animo ed in qualche circostanza ha addirittura deciso di perdere tempo, rispondendo agli stessi negazionisti Covid. Poi, l’aggiornamento più importante relativo al miglioramento delle sue condizioni nonostante il Covid: “Sto piano piano migliorando, sto facendo lo svezzamento da ossigeno perché i polmoni sono ripartiti grazie ad alti flussi, quindi devo riabituarmi a respirare normalmente. È sfibrante perché basta andare in bagno o togliere l’ossigeno per mangiare che subito arriva la spossatezza. Ci vorrà tempo.. Ma ne sono quasi fuori“.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News