Matteo Renzi e la citazione dell’evangelista Matteo in Senato

di Aspasia |

Matteo Renzi e la citazione dell’evangelista Matteo in Senato Bufale.net

Ieri l’attenzione di tutta l’opinione pubblica era catturata dalla seduta in Senato. I discorsi più ascoltati e commentati sono stati quelli del Premier Giuseppe Conte, del Ministro dell’Interno Matteo Salvini e dell’ex segretario del PD Matteo Renzi. Tante orecchie pignole erano pronte a raccogliere le gaffe di lunghi discorsi che, per quanto preparati, incappano in tutti i rischi di una ‘prima’ teatrale. Abbiamo già parlato dell’errore di traduzione di Matteo Salvini. Come ha sottolineato nel suo tweet il giornalista Franco Bechis, il senatore Matteo Renzi sembra non sia stato puntualmente preciso nel riportare il suo omonimo evangelista.

Il contesto

Matteo Renzi cita l’Apostolo Matteo parlando del clima da «Alabama degli anni ’50» che sarebbe stato causato dalle politiche dell’attuale Governo. Matteo Renzi dice di rispettare la religione cattolica, proprio come il senatore leghista, ma è una fede che si sente «di condividere pur utilizzando toni totalmente diversi». Raccomanda al Ministro dell’Interno di rileggere il Capitolo 25 di Matteo «ai versetti 42 e 43, quando dice “avevo freddo e mi avete accolto, avevo fame e mi avete dato da mangiare, avevo sete e mi avete dissetato”».

Franco Bechis ha ragione

In nessun punto del Nuovo Testamento compare la frase «avevo freddo e mi avete accolto». Riportiamo testualmente i versetti 42 e 43 di Matteo.

«Perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e non mi avete dato da bere, ero straniero e non mi avete accolto, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato». Si sta evocando il momento del Giudizio finale, in cui il Padre danna eternamente tutti colori che non aiutano «i più piccoli».

Sicuramente Matteo Renzi non aveva nessuna intenzione di vestire i panni di Dio Padre

Piuttosto, avrebbe voluto citare i versetti 35 e 36:

«Perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi».

Da un lato ha ragione Bechis, non c’è scritto in nessun luogo «avevo freddo e mi avete accolto». Ma se Matteo Renzi non avesse sbagliato i versetti, lo ‘spirito’ della citazione sarebbe risultato corretto.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News