L’OMS dichiarerà ufficialmente il virus Marburg nuova pandemia: tra vaccino e tesi fantasiose

di Redazione Bufale |

virus Marburg
L’OMS dichiarerà ufficialmente il virus Marburg nuova pandemia: tra vaccino e tesi fantasiose Bufale.net

Il virus Marburg esiste ed è un elemento sotto stretta osservazione dell’OMS. Si tratta del presupposto più importante dal quale partire oggi 20 ottobre, analizzando alcune segnalazioni che ci sono pervenute. Tuttavia, come spesso avviene quando si parla di OMS, la realtà dei fatti è costretta a cedere il passo a fantasia e complottismo, come stiamo riscontrando con un post virale sui social del tutto privo di fondamento. Un modo per screditare i vaccini e per “illuminarci” su quello che dovrebbe avvenire nei prossimi.

Il virus Marburg come nuova pandemia: chiariamo la visione dell’OMS

In passato abbiamo parlato sul nostro sito di OMS per questioni molto più importanti. Non che il virus Marburg debba essere sottovalutato. Si tratta di un pericolo concreto per l’uomo, se non altro perché il tasso di mortalità oscilla tra il 24% e l’88%. La malattia consiste in un microrganismo che va ad insediarsi dentro di noi, causando febbre alta. I sintomi si concentrano sullo stato influenzale, senza dimenticare il forte mal di testa, emorragie e sanguinamenti abbondanti.

A chiudere il cerchio, con il virus Marburg troviamo anche crampi, nausea, vomito, diarrea. Il vero problema è chi parla di questo virus in termini come quelli che seguono: “Saranno gli effetti avversi degli attuali punturine (trombosi) che verranno spacciati per i sintomi del Marburg e la gente ci crederà“. La situazione è ben diversa, come riportano diverse fonti in rete. Tanta disinformazione sia sulla sua origine, per nulla legata ai vaccini Covid, sia sulla diffusione.

Ad oggi, infatti, il virus Marburg è stato riscontrato in Africa sub-sahariana e Africa centrale. Va aggiunto che la scorsa estate, in particolare ad agosto, sia stato registrato il primo caso in Guinea. Se da un lato la situazione locale deve essere monitorata con attenzione, allo stesso tempo l’OMS valuta come molto basso il pericolo internazionale.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE - L'articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Latest News