La Germania chiude i confini ai migranti, e noi?

di Aspasia |

È del 1 ottobre l’articolo di Panorama che lancia un allarme preoccupante. l’articolo titola: «Migranti: la Germania chiude IN confini. E noi?». Prosegue poi così:

«Questo il testo della notizia diffusa dall’agenzia Ansa (non la “bestia” di Salvini…) ieri sera EMNTRE  tutti eravamo concentrati su Palazzo Chigi dove si stava definendo la Manovra economica 2019. Parole chiare, come da linguaggio appunto di agenzia e che non si possono interpretare o nascondere. Sono semplicemente fatti:

la Germania “blinda” i confini ai migranti. Ci saranno più controlli di Polizia etc etc etc».

E fin qui, Panorama non si distacca dal comunicato dell’Ansa, che effettivamente riporta le dichiarazioni del portavoce del dicastero tedesco Horst Seehofer.

L’allerta di Panorama sui migranti del mare ha inizio nella seconda parte dell’articolo

«Ma come? E’ l’accordo di Malta? Un “accordo storico” lo aveva definito il Premier Conte… E le promesse di aiuto dall’Europa? “Non sarete più soli…” hanno ripetuto settimana scorsa proprio come diversi anni fa da Bruxelles. Appunto, parole. Anzi, verrebbe da dire “supercazzole” a cui manca l’epico “…come fosse Antani” di Tognazzi…»

Ovviamente se i cugini francesi non vengono coinvolti in qualche modo sembra che i giornalisti non siano soddisfatti.

«Già la Francia ci rispedisce con la forza, anzi la violenza, i migranti che da Ventimiglia provano ad arrivare in Costa Azzurra. Con la Gendarmeria che si permette pure di sconfinare nel territorio italiano per le loro azioni di “riaccompagnamento forzato”».

Perché non dovremmo indignarci?

Abbiamo già parlato della crisi di alcune settimane fa a Ventimiglia, per la quale il Premier Macron andò a Palazzo Chigi per interloquire con il Primo Ministro Giuseppe Conte. L’incontro di settembre avvenuto a Malta tra diversi rappresentanti degli stati dell’Unione Europea. Come riporta Il Sole 24 Ore, uno dei punti nevralgici del vertice di Malta riguarda proprio le cause della migrazione. Nessuno dei cinque stati che hanno sottoscritto il preaccordo (Italia, Malta, Francia, Germania e Finlandia) ha detto o dimostrato di voler accogliere i migranti economici.

Il vertice di Malta ha già prodotto i suoi frutti?

No. Oggi a Lussemburgo si riunisce l’Unione al Consiglio Affari interni con tutti i ministri degli Stati membri. Dunque è ancora presto per capire come avverrà la divisione dei migranti. Chiudiamo con una frase chiave dell’articolo di Panorama, in cui si palesa la vacuità dell’allarmismo di una certa parte politica:

«In fondo, la Germania sta adottando da questo punto di vista la linea Minniti sull’immigrazione clandestina».

Cosa prevedeva la linea Minniti, sposata dall’attuale inquilina del Viminale Luciana Lamorgese? La stessa linea dura sposata dall’ex ministro Matteo Salvini. Linkiamo di nuovo, per chi se lo fosse perso, l’approfondimento di ieri, su cui sono riportati i numeri ufficiali non solo della provenienza dei migranti, ma anche del riconoscimento dello status di rifugiato del singolo migrante. Bisogna sottolineare, inoltre, che le ONG non dovranno prevalere sui soccorsi prestati dalle guardie costiere non solo dei Paesi europei, ma anche di quella libica. Dunque l’articolo di Panorama che sta circolando sui social è una forma di allarmismo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News