La circolare dell’Ospedale di Padova che parla di Green Pass e privacy: cosa sappiamo

di Luca Mastinu |

La circolare dell’Ospedale di Padova che parla di Green Pass e privacy: cosa sappiamo Bufale.net

I nostri lettori ci segnalano una circolare dell’ospedale di Padova in cui sono contenute disposizioni sull’esibizione del Green Pass da parte dei visitatori al personale medico. Il documento arriva dalla direzione medica dell’ospedale.

OGGETTO: Accesso nelle strutture sanitarie per visita a pazienti. Ulteriori indicazioni.

Con nota del 15 luglio 2021, prot. n. *****, il Direttore generale dell’Area Sanità e Sociale della Regione del Veneto nel confermare le indicazioni già fornite, specifica che l’eventuale esibizione del Green Pass all’ingresso può essere esclusivamente su base volontaria e per nessuna ragione potrà essere richiesta forzatamente al visitatore nel rispetto della vigente normativa sulla privacy.

Di fatto, nel Green Pass sono contenute informazioni superiori rispetto a quelle strettamente necessarie per accedere all’Ospedale e pertanto, obbligare un visitatore a esibirle, comporta una violazione della privacy.

Distinti saluti,
il Direttore f.f.

Di questa circolare ha parlato anche la testata locale Telenuovo in questo articolo pubblicato il 23 luglio, con una spiegazione del governatore Luca Zaia:

Avevamo chiesto di utilizzare il Green pass per l’accesso agli ospedali ma il Garante per la privacy lo ha respinto. Noi lo abbiamo chiesto, ci è stato detto che non si può fare e ci siamo adeguati.

Il 22 luglio, infatti, Luca Zaia è stato intervistato da Sanità Informazione e ha spiegato:

Il tema della privacy non è irrilevante e ricordo che noi siamo stati ripresi dal Garante quando ne abbiamo parlato per gli ospedali. Personalmente, sull’utilizzo per andare al bar o al ristorante ho perplessità mentre penso si possa ragionare per gli eventi e i locali che prevedono ammassamenti. Ma sono le autorità scientifiche a doversi esprimere; a breve il dibattito tra la maggioranza di vaccinati e i non vaccinati sarà inevitabile.

La circolare dell’ospedale di Padova, dunque, sarebbe in linea con il Garante della Privacy. Sull’autenticità del documento non abbiamo ancora riscontri ufficiali, per questo abbiamo contattato l’URP per avere informazioni. Vi aggiorneremo in un prossimo articolo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News