Invenzioni su Padre Alex Zanotelli, Sea Watch 3 e Carola Rackete: “TG falsi, non ha speronato”

di Redazione Bufale |

Padre Alex Zanotelli
Invenzioni su Padre Alex Zanotelli, Sea Watch 3 e Carola Rackete: “TG falsi, non ha speronato” Bufale.net

Pare che siano state del tutto inventate alcune dichiarazioni attribuite in queste ore a Padre Alex Zanotelli, a proposito del caso Sea Watch 3 e delle scelte fatte dal Capitano Carola Rackete. Dopo avervi confermato l’autenticità dell’affondo di Lucia Annunziata nei confronti di Matteo Salvini con un pezzo specifico, oggi 1 luglio bisogna precisare quanto avvenuto sui social, considerando il fatto che sta girando non poco l’immagine che avete trovato ad inizio articolo.

Bisogna andare con ordine e precisare quali siano state effettivamente le dichiarazioni da parte di Padre Alex Zanotelli su questa vicenda. Un’intervista effettivamente c’è stata e, come si può facilmente immaginare, la sua linea è vicina a quella di Carola Rackete, al punto da definirla meritevole di un Premio Nobel dopo aver salvato delle vite. Dichiarazioni rilasciate ad una fonte come Adnkronos e che già avevano contribuito a creare un clima abbastanza teso sui social in merito alla questione Sea Watch 3 che in questi giorni ha letteralmente spaccato l’opinione pubblica italiana.

Detto questo, e confermata l’autenticità di certe affermazioni su questa storia, è altrettanto giusto smentire in modo categorico altri virgolettati associati allo stesso Padre Alex Zanotelli. Secondo alcune immagini che girano sui social, infatti, il diretto interessato sarebbe stato presente al momento dell’arrivo di Sea Watch 3 al porto di Lampedusa, smentendo nel modo più assoluto che la nave della Guardia di Finanza sia stata speronata dalla manovra di Carola Rackete. Queste le parole a lui attribuite:

“Io adesso sono a Lampedusa e fino all’alba siamo stati sotto la Sea Watch a seguire la situazione dello sbarco. Quello che sentite ai tg sulla colpevolezza della capitana è falso. Hanno diffuso una notizia sbagliata. La Sea Watch non ha speronato nessuno. Sarà dimostrato tutto e i leghisti che erano sotto la nave a denunciare il falso urlando alle telecamere dei giornalisti saranno smentiti dalle prove. Importante che si sappia. Intanto lo diffondiamo ai nostri amici e a chi conosciamo”.

In realtà, sotto questo punto di vista, ci sono zero fonti. Nessun organo di stampa le ha riportate. Nemmeno lo stesso Padre Alex Zanotelli all’interno della propria pagina Facebook. Allo stesso tempo, è interessante evidenziare che il virgolettato in precedenza riportato su Sea Watch 3 e Carola Rackete sia stato pubblicato dalla pagina Facebook di Rocco Papaleo, menzionando tuttavia una fonte completamente diversa sui fatti avvenuti l’altra notte a Lampedusa. Ecco il post.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News