Insulti a Mattarella su Pro Vita per una foto decontestualizzata in cui ride: “Traditore, facci votare”

di Redazione Bufale |

Mattarella
Insulti a Mattarella su Pro Vita per una foto decontestualizzata in cui ride: “Traditore, facci votare” Bufale.net

Fa un certo effetto osservare come un uomo “di Stato” come Mattarella, il Presidente della Repubblica con un passato noto a buona parte degli italiani (ha tenuto tra le sue braccia il cadavere del fratello, freddato in un agguato quando era Presidente della Regione Sicilia), possa essere insultato da un’ondata di analfabeti funzionali. Capita così che sia sufficiente non spendere dichiarazioni ufficiali in occasione della “Festa della Famiglia“, per scatenare l’ira di un gruppo di facinorosi da tastiera.

Da dove nascono gli insulti a Mattarella su Pro Vita

In particolare, un ritaglio di giornale in cui vengono riportate le parole di Toni Brandi e Jacopo Coghe di Pro Vita & Onlus Famiglia, è finito all’interno della loro pagina. Ad accompagnare il trafiletto troviamo anche la foto di Mattarella che ride, scelta dal giornale. Mossa subdola, in quanto totalmente decontestualizzata, ma i suddetti AF non si sono resi conto della totale assenza di attinenza tra il contenuto del pezzo e l’immagine. E così capita di imbattersi in commenti del genere tramite l’apposito post su Facebook:

“Per forza……..quella di mattarella è già sistemata a priori, fino alla settima generazione”;

“E lui ride, a volte mi chiedo se esiste veramente”;

“Ma perché ridi che c’e così divertente le famiglie che non hanno da mangiare che Italia va alla rovina svegliati presidente fai qualcosa vergogna”;

“Le famiglie stanno in difficoltà e questo ride ……Ma chi è ma chi lo conosce”.

Per Mattarella, che a Capodanno ha fatto registrare il record di ascolti con il suo discorso alla nazione, come ricorderete tramite l’articolo pubblicato ad inizio 2020, la parziale consolazione dovuta al fatto che in tanti stiano prendendo le sue difese. Del resto, gli insulti arrivati dalla pagina Pro Vita & Famiglia Onlus sono del tutto immotivati, soprattutto per la suddetta decontestualizzazione della foto in cui ride. Qualcuno, magari, spiegherà loro la vicenda.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News