Il giallo su Ali Dhere morto: le ultime sul portavoce di Al-Shabaab intervistato da Repubblica

di Redazione Bufale |

Ali Dhere morto
Il giallo su Ali Dhere morto: le ultime sul portavoce di Al-Shabaab intervistato da Repubblica Bufale.net

Raramente siamo stati così in difficoltà come questa sera, al cospetto delle segnalazioni su Ali Dhere morto. Il portavoce di Al-Shabaab è diventato famoso in queste ore in Italia per la presunta intervista rilasciata a Repubblica, a proposito del riscatto che sarebbe stato pagato per Silvia Romano. Tra scoop e smentite, come quella che vi abbiamo riportato nella giornata di ieri, si è creato un vero e proprio mistero. Raddoppiato, se vogliamo, da quello che ha preso piede nella giornata di venerdì nel nostro Paese.

Ipotesi Ali Dhere morto: notizie contrastanti

Ve lo diciamo subito. Se ci chiedete di Ali Dhere morto e sull’autenticità di questa notizia, al momento non possiamo fare altro che etichettare l’articolo con “analisi in corso”. Il motivo? Abbiamo fonti contrastanti che accentuano ulteriormente il dubbio che si ha sul portavoce di Al-Shabaab. Proprio il personaggio che di recente sarebbe stato intervistato da Repubblica. Per chi non lo sapesse, le sue parole avevano accentuato le polemiche qui da noi, soprattutto tra coloro che proprio non mandano giù l’idea che un gruppo terroristico sia stato finanziato dall’Italia pagando il riscatto di Silvia Romano.

Cosa sappiamo a proposto della storia di Ali Dhere morto? Questo venerdì, è stato Manlio Di Stefano a parlare di Ali Dhere morto, come potrete notare dall’immagine usata ad inizio ad articolo. Ora, da un lato abbiamo il sito Geeskaafrika, secondo cui il portavoce di Al-Shabaab che avrebbe rilasciato un’intervista in questi giorni a Repubblica sul riscatto pagato per la liberazione di Silvia Romano, a conti fatti avrebbe perso la vita addirittura nel 2014.

Dall’altro, abbiamo una pagina di Wikipedia in inglese che sembra parlare di un altro Ali Dhere morto, da non confondere proprio con il portavoce di Al-Shebaab. Certo, Di Stefano ci insinua il dubbio, accentuato dalle fonti che abbiamo trovato, ma al momento consigliamo a tutti la massima prudenza sulla questione.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News