Il falso record della piattaforma Rousseau e le critiche a questo sistema da esponenti M5S

di Redazione |

Piattaforma Rousseau

Nella giornata di ieri Casaleggio ha parlato con grande entusiasmo della piattaforma Rousseau, affermando che già a metà giornata fosse stata raggiunta la soglia delle 56.127 votazioni da parte degli iscritti, utile per battere il precedente record mondiale di partecipazione online a una votazione politica. Le preferenze sull’eventuale governo con Movimento 5 Stelle e Partito Democratico, in realtà, non hanno ritoccato il suddetto record. Lo conferma Next Quotidiano, ricordando il caso dell’Estonia, dove il 3 marzo 2019 abbiamo assistito al voto elettronico di 247.232 aventi diritto. Vale a dire il 45% del totale.

Elena fattori del Movimento 5 Stelle contro la piattaforma Rousseau

Questione, quella relativa al nuovo governo, che già ci fornisce del materiale tra fake news come quella di oggi, in merito alla partecipazione politica dei sostenitori del Movimento 5 Stelle, fino ad arrivare al caso dei problemi riscontrati nella giornata di ieri per diversi utenti che hanno provato ad esprimere la propria preferenza. Ve ne abbiamo parlato con un apposito articolo, ma ciò non toglie che faccia discutere quanto affermato da Elena Fattori, esponente dello stesso M5S, mentre erano in corso le votazioni con un post Facebook:

Aggiungo che, ad alcuni che sono riusciti a votare ha chiesto l’sms di conferma dell’identità , ad altri no, rivelando quindi due livelli diversi di sicurezza per la determinazione dell’identità di cui non si capisce né l’origine né il motivo né le implicazioni.
Al di là di come andrà questa consultazione temo che ci sia qualcosina da rivedere riguardo al concetto di democrazia diretta che è una cosa estremamente seria e oggetto di studi approfonditi nelle Università ma che non può coincidere con uno strumento telematico per lo più discutibile nel suo funzionamento.

Non rimane che rimettersi alla Provvidenza che salverà il nostro sfortunato Paese anche in questo frangente“.

Insomma, la questione relativa alla piattaforma Rousseau ha scatenato non poche reazioni anche all’interno del Movimento 5 Stelle, senza dimenticare quanto trapelato in queste ore a proposito del record ostentato da Casaleggio che in realtà non è mai stato battuto.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News