Greta finge di viaggiare seduta a terra

di Bufale.net Team |

Greta finge di viaggiare seduta a terra Bufale.net

Molte volte noi di Bufale veniamo bacchettati, spesso con proterva insolenza, da alcuni segnalatori. Esiste infatti in un certo tipo di giornalismo il concetto di scoop a rapida scadenza.

Ci sono personaggi per i quali il lettore richiede la notizia, e subito. Vuole lo scoop da viralizzare, e lo chiede con insistenza.

Bufale, in questi casi preferisce perdere il lettore, trovandosi nella casella di posta una richiesta effettuata alle dieci di mattina di domenica, seguita dalla minaccia di “togliere l’iscrizione alla pagina e dire le cose brutte” nel tardo pomeriggio e l’utenza che ci blocca il lunedì.

Peccato che semplicemente, la risposta prima di quel lunedì sarebbe una clickbait.

Così ecco che lo scoop di Greta finge di viaggiare seduta per terra ricade in quella casistica: sarebbe bastato aspettare un paio d’ore per risolvere la questione.

Qualcuno ha chiesto la notizia presto e immediatamente, qualcun altro ha dato la risposta, e mancavano gli elementi critici.

Lo scoop e l’acchiappaclick

Comincia tutto da un tweet di Greta Thunberg

Viaggiando su treni affollati attraverso la Germania. E finalmente torno a casa!

Notate il plurale. È assai importante per capire se siamo dinanzi ad una clickbait o al gioco del telefono senza fili capire che “Trains” è il plurale di “train”. Non treno, ma treni.

Quindi Greta Thunberg parlava al plurale.

Croce e delizia di ogni pendolare, come vi scrive: prendi un Freccia Argento e viaggi comodissimo con una valigetta nella cappelliera ed una sotto il sedile. Prendi la coincidenza per andare in un paesello servito e pem! Devi arrangiarti col regionale o il trenino locale, pittoresco ma certamente meno comodo del Freccia Argento, col quale biglietto peraltro sovente hai accesso alla saletta VIP per l’attesa. Mentre col biglietto del regionale aspetti e basta.

Succede, fa parte del gioco.

Ma nella corsa al Tweet ecco il primo anello del telefono senza fili.

Neumann, analista politico e giornalista, retwitta e traduce una risposta delle ferrovie tedesche

Accidenti… Le Ferrovie Tedesche rispondono al Tweet di Greta: “Grazie per aver viaggiato Deutsche Bahn… sarebbe stato bello se avessi apprezzato come sei stata tratta con competenza e abilità dal nostro team sul tuo sedile di prima classe”

I più puntuali tra voi avranno notato che se Greta parlava di treni, quindi al plurale, e le Ferrovie tedesche citate da Newmann parlavano al singolare, evitendemente Greta parlava di una parte della tratta e le Ferrovie di un’altra.

Cosa che Greta Thunberg ha ulteriormente precisato in un tweet successivo

Il nostro treno per Basilea è stato cancellato. Così abbiamo dovuto sedere in terra su due treni diversi. Dopo Gottinga mi sono seduta. Non è un problema naturalmente, non ho mai detto che lo fosse. I treni affollati sono una gran cosa: significa che c’è molta richiesta per il traffico ferroviario!

Che lo stesso Neumann ha dovuto riconoscere

Chiudendo il tutto con una chiosa molto Salomonica, tagliando il leggendario bambino in due

Nessuno dei due è stato del tutto onesto. Greta non ha detto che ha fatto parte del viaggio su un treno di prima di classe, le Ferrovie Tedesche perché Greta non stava parlando della prima parte del viaggio. Colpa di entrambi.

È un po’ opinabile come sia colpa di Greta Thunberg il fatto che chi le risponda ebbia evidentemente omesso che tra il singolare ed il plurale esiste una forte differenza.

Ma la questione si è risolta.

Non per il pubblico Italiano, specialmente quello particolarmente attento a Greta Thunberg.

La notizia che ci è stata segnalata non riporta affatto il fraintendimento, con tanto di titolo clickbait che fa presumere al lettore disattento che Greta abbia mentito.

Esiste ancora gente per cui Greta finge di viaggiare seduta a terra. Evidentemente, disinformata.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News