Finto medico accusa Pfizer di causare trombosi: rilanciano anche spunte blu

di Bufale.net Team |

Finto medico accusa Pfizer di causare trombosi: rilanciano anche spunte blu Bufale.net

Finto medico accusa Pfizer di causare trombosi, foto di pornostar e rilanci di spunte blu del panorama dell’informazione. Questa la tempesta perfetta che ci mette nella difficile situazione di scegliere tra il tag “Fake News” e quello delle “Segnalazioni divertenti”.

Nasce tutto dalla segnalazione del “Dottor Lysol” (nome di un disinfettante venduto nel mercato anglosassone), autodichiaratosi “Dottore finto professionista”, che alterna come immagine profilo quella della pornostar John Sins a quella del dottor Nick Riviera, il pluriradiato cialtrone apparso nella serie televisiva “I Simpsons”.

Vero autentico falso dottore per sua stessa ammissione, ha rilanciato sulla sua bachceca la nota fake news del vaccino Pfizer efficace al 12% e nocivo per le donne incinta.

Fake news di cui abbiamo diffusamente parlato qui, peraltro.

E non è l’unica fake news rilanciata: scartabellando nella timeline troverete riedizioni della bufala del big steal, la presunta e mai dimostrata “truffa” ai danni di Donal Trump per rubargli i voti.

Nonchè della teoria anche essa dimostrasi un also, secondo cui i vaccini Pfizer causano trombosi.

Finto medico accusa Pfizer di causare trombosi: rilanciano anche spunte blu

Il Tweet è arrivato anche da noi, rilanciata da alcune spunte blu, come Francesca Donato.

A onor del vero rettifiche successive dimostrano che chi ha rilanciato la bufala sapeva della natura grottescamente parodistica del profilo, ma volevano lanciare l’allarme sulle segnalazioni da cui era tratto.

Tema di cui si è lungamente parlato con una assoluzione netta del vaccino, già datata nel tempo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Il seguente articolo fa parte del progetto di FACT-CHECKING di Bufale e segue tutte le regole del fact-checking e della metodologia qui indicata. Per eventuali reclami potete contattarci al seguente indirizzo.

Latest News