DISINFORMAZIONE E ACCHIAPPACLICK Papa Francesco ordina alle donne bianche di far ‘razza’ con i musulmani

di Luca Mastinu |

DISINFORMAZIONE E ACCHIAPPACLICK Papa Francesco ordina alle donne bianche di far ‘razza’ con i musulmani Bufale.net

Quando la fame di click (leggi la nostra guida utile sui mendicanti del web) diventa quasi patologica, un blog senza alcuna appartenenza al mondo dell’informazione autorevole lancia dei proclama collocando Papa Francesco nella posizione di folle dispensatore di donne occidentali per la comunità musulmana, proponendo al web più distratto titoli come “Papa Francesco ordina alle donne bianche di far ‘razza’ con i musulmani”. È il caso di Sa Defenza, che in questi giorni ha pubblicato un articolo che recita quanto segue:

Papa Francesco ha paragonato Gesù Cristo al leader di un culto mortifero terrorista islamico e ha suggerito che i missionari cristiani hanno molto in comune con i membri dell’ISIS, in un’ampia e e scioccante intervista in cui ha apertamente promosso il socialismo e ordinato alle donne europee di far “ razza“con i migranti musulmani al fine di contrastare” la denatalità “.

” Oggi, non penso che ci sia paura dell’Islam in quanto tale, ma dell’ISIS e della sua guerra di conquista, che è in parte attinta dall’Islam “, ha detto al quotidiano francese La Croix . ” È vero che l’idea di conquista è insita nell’anima dell’Islam, tuttavia è anche possibile interpretare l’obiettivo nel Vangelo di Matteo, in cui Gesù invia i suoi discepoli a tutte le nazioni, nei termini della stessa idea di conquista “.

Il Papa ha anche ammesso di non conoscere bene la storia europea e ” teme ” parlare delle ” radici cristiane dell’Europa ” perché, a suo parere, la storia dell’Europa ha ” sfumature colonialiste“.

È stato a questo punto nell’intervista che papa Francesco ha invitato le donne europee a ” integrare ” i migranti musulmani nelle loro popolazioni riproducendosi con loro per contrastare il “tasso di natalità in declino” e incolpa di egoismo i bianchi.

Questa integrazione è tanto più necessaria oggi dal momento che, a seguito di una ricerca egoistica di benessere, l’Europa sta vivendo un grave problema di declino nel tasso di natalità “, ha affermato. ” La crescita  demografica è negativa“.

Le opinioni di Papa Francesco sono inquietantemente simili a quelle del sommo Iman Sheikh Muhammad Ayed, il quale afferma che i musulmani dovrebbero sfruttare la crisi dei migranti per far razza con gli europei e “conquistare i loro paesi“.

L’ Europa è diventata vecchia e decrepita e ha bisogno del rinforzo umano … non sono motivati ​​dalla compassione per il Levante, la sua gente e i suoi profughi … presto, li calpesteremo sotto i piedi, se Allah vuole “, ha affermato. “ In tutta Europa, tutti i nuclei sono entusiasti nell’odio per i musulmani. Vorrebbero fossimo tutti morti, ma hanno perso la loro fertilità, così cercano la fertilità in mezzo a noi “.

Daremo loro la fertilità! Genereremo figli con loro, così conquisteremo i loro paesi!”

Papa Francesco ha anche fatto registrare apertamente la promozione del socialismo durante l’intervista.

Un mercato completamente libero non funziona “, ha affermato. “I mercati di per sé sono buoni, ma richiedono anche un fulcro, una terza parte o uno stato per monitorarli e bilanciarli“.

In altre parole, [ciò che è necessario è] un’economia sociale di mercato “.

Di un Bergoglio-ultras dei musulmani invitati a inseminare l’Europa avevo già parlato in una nostra vecchia analisi. Oggi, Sa Defenzatravisa completamente (con consapevolezza? Non si sa) un’intervista che il Santo Padre ha rilasciato al sito francese La Croix il 17 maggio 2016, rielaborandone il significato in una chiave di lettura scandalistica e, a tratti, visionaria.

Oggi, non penso che ci sia una paura dell’Islam in quanto tale ma dell’ISIS e della sua guerra di conquista, che è in parte attinta dall’Islam. È vero che l’idea di conquista è inerente all’anima dell’Islam. Tuttavia, è anche possibile interpretare l’obiettivo nel Vangelo di Matteo, in cui Gesù invia i suoi discepoli a tutte le nazioni, in termini della stessa idea di conquista. 

Secondo gli autori di Sa Defenza, in pratica, Gesù Cristo viene paragonato alla natura terroristica dell’ISIS. Troppo difficile, per gli autori, intenderla invece come una volontà di conquista insita in quasi tutte le religioni – si parla di Islam e Cristianesimo in quanto risultano quelle a noi più vicine – compresa quella cristiana, con le missioni di apostolato che la Storia e le Sacre Scritture raccontano. Non a caso, Bergoglio afferma che il problema non è l’Islam, ma l’ISIS, in quanto della mania di conquista ha fatto una sua strategia di guerra. Impossibile – tranne per gli autori – intenderla come un paragone tra i missionari cristiani e i terroristi del califfato.

Sul tema delle donne, poi, l’equivoco forzato da Sa Defenza è più che evidente. Riportiamo ancora il passo dell’intervista:

Tornando alla questione dei migranti, la peggiore forma di benvenuto è quella di “ghettizzarsi”. Al contrario, è necessario integrarli. A Bruxelles i terroristi erano belgi, figli di migranti, ma sono cresciuti in un ghetto. A Londra, il nuovo sindaco ha prestato giuramento in una cattedrale e incontrerà senza dubbio la regina. Ciò dimostra la necessità per l’Europa di riscoprire la sua capacità di integrazione.

Penso a papa Gregorio Magno (papa dal 590 al 604), che ha negoziato con il popolo noto come barbaro, che è stato successivamente integrato. Questa integrazione è tanto più necessaria oggi poiché, a seguito di una ricerca egoistica di benessere, l’Europa sta vivendo il grave problema di un tasso di natalità in declino. Si sta sviluppando un vuoto demografico.

La speranza di un’Europa con maggiori politiche di integrazione, anche per ovviare al problema del declino delle natalità, è subito vista come un’invasione di stranieri feroci e pronti a fecondare le donne occidentali per far sì che il continente pulluli, un giorno, di bambini nati dalle unioni. Addirittura, secondo gli autori, il Papa ordina alle donne di farsi fecondare dai musulmani per dare vita a nuove nascite. Nell’assente lucidità dell’articolo, Papa Francesco viene paragonato all’Imam Sheikh Muhammad Ayed, una figura totalmente differente dal Capo della Chiesa.

Insomma, una serie di interpretazioni fuorvianti e tutt’altro che lucide, riportate già nel titolo per disinformarecatturare click. Musulmani disegnati come inseminatori compulsivi ai quali, secondo un ordine preciso del Pontefice, le donne hanno l’obbligo di prestare i propri impianti.

Sul “fare razza”, poi, preferiamo non continuare l’analisi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News