Covid-19: Nessuno stop ai frontalieri e trasporto merci

di Shadow Ranger |

Covid-19: Nessuno stop ai frontalieri e trasporto merci Bufale.net

Dopo la pubblicazione del decreto dell’8 marzo per fronteggiare la diffusione del Coronavirus alcuni nostri lettori ci hanno rivolto domande sul contenuto. Abbiamo già risposto alla domanda Ci si può spostare per lavoro in Lombardia all’interno della zona rossa?“, ora resta da rispondere ad altri dubbi

Ci sarà uno stop ai frontalieri?

La risposta è no, nessuno stop ai frontalieri, salvo per casi di positività al virus e quarantena, con possibilità di provare lo spostamento con dichiarazione. Lo apprendiamo da fonte ministeriale:

«Le limitazioni introdotte oggi non vietano gli spostamenti per comprovati motivi di lavoro. Salvo che siano soggetti a quarantena o che siano risultati positivi al virus, i transfrontalieri potranno quindi entrare e uscire dai territori interessati per raggiungere il posto di lavoro e tornare a casa. Gli interessati potranno comprovare il motivo lavorativo dello spostamento con qualsiasi mezzo, inclusa una dichiarazione che potrà essere resa alle forze di polizia in caso di eventuali controlli»

Parimenti, lo spostamento delle merci sarà considerato esigenza lavorativa, come già avevamo appurato nelle direttive ministeriali che non vedono nelle merci in quanto tali un vettore del SARS-CoV-2

La nota precisa anche che «le merci possono entrare ed uscire dai territori interessati (quindi le province di Venezia, Treviso, Padova n.d.r.). Il trasporto delle merci è considerato come un’esigenza lavorativa: il personale che conduce i mezzi di trasporto può quindi entrare e uscire dai territori interessati e spostarsi all’interno degli stessi, limitatamente alle esigenze di consegna o prelievo delle merci».

Il problema è il personale, che potrà spostarsi per sole comprovate esigenze di servizio, e mai qualora manifestante sintomi febbrili.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News