CLICKBAIT Primarie, immigrati in coda per fare la tessera del PD: Adesso capisci a cosa serve l’invasione?

di Marco Critelli |

CLICKBAIT Primarie, immigrati in coda per fare la tessera del PD: Adesso capisci a cosa serve l’invasione? Bufale.net

Ci segnalano questo articolo pubblicato sul sito Il Grande Cocomero che titola:

PRIMARIE, IMMIGRATI IN CODA PER FARE LA TESSERA DEL PD: ADESSO CAPISCI A COSA SERVE L’INVASIONE?

Il titolo allude ad un “utilizzo” scorretto degli immigrati impiegati come votanti per le primarie del Partito Democratico. Analizziamo insieme l’articolo:

Boom di iscritti nella Regione guidata da Emiliano. Ed è record ad Enna, 4000 tesserati su 28 mila abitanti

Prosegue senza sosta la guerra delle tessere nel Pd.

Una guerra scoppiata dopo il video di Repubblica che mostra una presunta compravendita a Napoli. E da qui sono partite accuse incrociate tra i dem in cui sono posti su due fazioni opposte i renziani che hanno gestito di fatto il partito negli ultimi anni e gli avversari di Renzi al Congresso tra cui anche lo stesso ministro della Giustizia, Andrea Orlando che ha affermato a Omnibus: “Se in alcune realtà non saranno chiarite le dinamiche del tesseramento non presenterò lì le liste: non voglio voti che non so da dove vengono”.

Ma dopo il caso Napoli ad accendere la faida dem è anche la Puglia. Infatti da qualche giorno risulta, come riporta Repubblica, un tesseramento copioso proprio nella terra di Michele Emiliano candidato alla segreteria. I numeri parlano chiaro, lo scorso anno le tessere erano 27mila, adesso sono arrivate a 34 mila, circa 7 mila in più nelle ultime 48 ore.

Fino a questo punto si parla di un aumento delle tessere di partito in prossimità delle primarie, raccontando una polemica interna tra le varie fazioni del PD, che tra l’altro per ora non si basa su riscontri oggettivi, ma solo su accuse reciproche.

Ecco arrivare il punto che ci interessa. ovvero gli immigrati in fila per tesserarsi al PD, tanti da far titolare “ecco a cosa serve l’invasione”:

Ed è stata registrata anche la presenza pure di alcuni immigrati in fila per aderire al Pd dalle parti di San Severo, in provincia di Foggia.

Alcuni immigrati, questo è tutto. Con il termine “alcuni” non ci immaginiamo certo ne centinaia di persone ne tanto meno i numeri di un’invasione. Ma forse il vero scoop sulle Primarie del PD arriva dopo e quindi continuiamo a leggere:

Da non sottovalutare nemmeno il caso di Bari città dove le tessere sono cresciute di 1000 unità passando da 2000 a 3000 in pochi giorni. Sempre Repubblica parla anche di alcune tessere fotocopiate e non autenticate che sarebbero in giro in alcuni circoli pugliesi. E sempre dalle parti di Emiliano sarebbe scoppiata la bufera per alcuni tesseramenti a cui hanno aderito diversi immigrati come ha denunciato l’eurodeputata dem, Elena Gentile che ha puntato il dito accusando i dem pugliesi di aver tesserato 150 immigrati che sono stati avvistati in fila nelle ultime ore.

Ecco che si fanno numeri un po più grandi. Leurodeputata DEM Elena Gentile accusa i DEM pugliesi di aver tesserato 150 immigrati in vista delle Primarie del PD. Anche qui non siamo certo a numeri da invasione, ma la risposta è qualche rigo dopo dove si legge:

E su questo fronte è arrivata la smentita dei dem locali che parlano di 11 immigrati, regolari.

Sono stati tesserati 11 immigrati regolari, cosa evidentemente lecita. Inoltre le tessere sono registrate e quindi questo dato è facilmente verificabile.

L’incredibile scoop dell’invasione di immigrati tesserati perle Primarie del PD finisce qui, con la “scoperta” di 11 persone regolarmente iscritte.

Occhio anche alle tessere in Sicilia. La roccaforte è Enna dove un tesoretto di 4000 tessere fa gola sia ai renziani che agli esponenti della sinistra dem. Mirello Crisafulli è il king maker delle tessere ennesi, ma è dato in uscita dal Pd. E anche lì sarà lotta aspra nel partito per mettere le mani su queste tessere.

Si tratta quindi di un articolo in stile clickbait in cui il titolo non corrisponde al contenuto.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News