Cambia tutto da oggi 1 dicembre sul modem libero: 3 cose da sapere su TIM, Vodafone e Fastweb

di Redazione Bufale |

Modem libero
Cambia tutto da oggi 1 dicembre sul modem libero: 3 cose da sapere su TIM, Vodafone e Fastweb Bufale.net

Occorre analizzare bene come cambino le cose a partire da oggi 1 dicembre sul fronte modem libero, perché come alcuni nostri lettori già sanno ci sono degli operatori del calibro di TIM, Vodafone e Fastweb che hanno deciso di adeguarsi già oggi alle nuove disposizioni che assicureranno maggiore indipendenza agli utenti. In attesa che anche Wind Tre ci dia segnali importanti sotto questo punti di vista, dunque, occorre dunque dare continuità a quanto riportato pochi giorni fa con un primo punto della situazione, visto che non a tutti è chiaro come cambieranno le cose con l’entrata in vigore del modem libero.




1. Cosa cambia da oggi 1 dicembre sul modem libero

Sbagliato credere che da sabato 1 dicembre sia già possibile sfruttare la normativa sul modem libero con ogni operatore. Nonostante TIM, Vodafone e Fastweb si siano già esposte su requisiti da rispettare e nuovi diritti per il pubblico, infatti, solo dal 31 dicembre passeremo effettivamente dalla teoria alla pratica per il pubblico, a prescindere dalla compagnia telefonica alla quale si è legati. Allo stesso tempo, però, i suddetti gestori sembrano voler tutelare da subito la propria utenza.

Modem libero
Modem libero

2.Tutte le mosse di Vodafone e TIM

La notizia freschissima sul modem libero riguarda Vodafone. Da questa mattina sappiamo che l’operatore rosso già da oggi 1 dicembre non addebiterà più una penale di 50 euro, qualora l’utente dovesse decidere di non restituire la Vodafone Station. Ancora nulla di ufficiale, ma la notizia è stata confermata anche da Mondomobileweb poco fa, tra le fonti più autorevoli del settore. Anche qui gli utenti dovranno rispettare dei requisiti tecnici minimi, qualora si scelga un modem non fornito dall’operatore. Le offerte sono in aggiornamento.

3.Cosa succede il 31 dicembre

Entro il 31 dicembre, sul fronte modem libero, tutti gli operatori (sia quelli che si sono già mossi, sia Wind Tre) dovranno proporre a coloro che attualmente stanno pagando lo stesso modem la possibilità un’offerta parallela, in cui è appunto previsto l’utilizzo gratuito dell’apparecchio, o in alternativa il recesso gratuito. Verranno meno, definitivamente, tutte le penali riguardanti il modem.

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News