BUFALA TzeTze e la falsa caccia all'uomo – Bufale.net

di David Tyto Puente |

BUFALA TzeTze e la falsa caccia all'uomo – Bufale.net Bufale.net

bufala-home-condivisioni-tzetze-foto-cani-uccisi
La pagina Facebook del noto “aggreggatore di notizie” o “sito di informazione” TzeTze, facente parte della rete di Beppe Grillo, diffonde una fotografia che ritrae due persone allegre di fronte a due cani impiccati ad un albero:

tze-tze-acchiappalike
Facciamo girare questa foto sul web! Questi 2 individui devono uscire fuori!

In poche ore la foto ha ricevuto oltre 1000 mi piace, oltre 6000 condivisioni e oltre 900 commenti.
La foto è vera, ma venne utilizzata anche nel 2012 ritenendo che fosse scattata in Romania. A diffondere la notizia fu il sito Express-news.it (consultabile solo su Web Archive).
Non si tratta nemmeno di rumeni, ma di argentini. I due ritratti hanno nome e cognome e sono stati immediatamente identificati siccome entrambi sono membri della banda musicale locale “La primera base“, esattamente della “Barrio San Jose” di Buenos Aires.
Il ragazzo sulla destra è Gustavo Alfonso, detto “GUTI”. Eccolo in foto e l’intervista rilasciata a Radio Sudamericana:

gustavo-alfonso-primera-base
En diálogo con “Radio mañana” Gustavo Alfonzo -más conocido como ’’GUTI’’- perteneciente a la popular banda de cumbia correntina “LA PRIMERA BASE”, actuando en ella como segundo vocalista, realizó declaraciones negando totalmente ser el autor del hecho.
“Yo no tengo nada que ver porque estábamos en la casa de un amigo y nosotros nos fuimos a ver ya que nos contó que su vecino colgó a dos perros”.
El que mató a los perros fue el dueño, un vecino de mi amigo. Este señor los había llevado al campo y los mató porque rompían todas las bolsas de la basura”.
“Nos sacamosla foto para subirlas al facebook pero no fuimos nosotros quienes lo mataron. Simplemente posamos delante de ellos, sabiendo que ibamos a tener comentario. pero jamás pensamos que iba a tener repercuciones mediáticas y que nos incriminarían en el hecho”.
Yo no soy capaz ni de matar a una mosca. Lo hicimos por diversion, sólo por ese motivo posamos y nos sacamos la foto
Yo me arrepiento de haberme sacado la foto. Yo no sabía que iba a traer esa repercusión”, reiteró varias veces Gustavo Alfonso.

Secondo quanto dichiarato il 4 marzo 2011, Gustavo sostiene di non essere l’autore del gesto, bensì il proprietario degli animali (un anziano signore e vicino di casa dell’amico che era andato a trovare). Secondo quanto dichiarato da Gustavo, l’anziano signore li aveva portati nel campo e li ha uccisi perché rompevano le borse della spazzatura.
Ammette di essersi scattato la foto per divertimento, di essersene pentito e che non immaginava una tale ritorsione nei suoi confronti. Infatti in quel periodo nacquero pagine Facebook e petizioni dalle associazioni animaliste contro di lui e la band, accusati di essere stati gli esecutori degli animali.
Al momento è quanto siamo riusciti a ricavare da questa storia, ma è certo che TzeTze diffonde immagini che circolano da tempo e utilizzate in altre occasioni per generare “mi piace” e “condivisioni” nella propria pagina, ingannando i propri utenti.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News