BUFALA La Calabria eletta miglior regione del mondo a Washington

di Luca Mastinu |

BUFALA La Calabria eletta miglior regione del mondo a Washington Bufale.net

bufala calabria mask

Ci segnalano questo articolo pubblicato il 17 Novembre 2016 su Giornale Informativo:

Nell’edizione del “Best region award 2016“, tenutasi a Washington e organizzata dal National Geographic, la regione premiata per essere la più bella del mondo è stata la Calabria. La regione italiana è stata riconosciuta come tale da una commissione costituita da 1000 esperti, tra economisti, ambientalisti, giornalisti e specialisti nel settore turistico. Le altre due regioni che si sono piazzate sul podio sono il Queensland (Australia) e Santa Cruz (Argentina), classificatesi rispettivamente al secondo e terzo posto.

La Calabria ha ricevuto il 70 % dei voti, ed è stata premiata per essere “ …una regione dove storia e paesaggio si fondono per creare un connubio estasiante, una regione intrisa di gioia di vivere, dove anche l’aria che si respira sollecita il buon umore. La regione con alcuni dei luoghi balneari più belli del mondo, sormontata dai monti della Sila e dalla irrompente energia della sua gente. Una terra che vale la pena visitare anche solo per assaggiarne le delizie enogastronomiche. Una terra dalla quale ogni turista torna con qualcosa dentro….”.

Durante la celebrazione è stato proiettato anche un cortometraggio con le meraviglie del suolo calabrese : la spiaggia di Tropea, Caminia, il castello aragonese di Isola Capo Rizzuto, il lago Pollino, il lungomare di Reggio Calabria, Pietra Grande, ecc…, nel video mostrato non poteva inoltre mancare la Nduja di Spilinga, classificata nei piatti più buoni del mondo. Alla fine del cortometraggio i 5 minuti di applausi hanno reso evidente come la vittoria della Calabria sia stata ben accolta da tutti.

Il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan ha commentato questo successo definendolo come “il traguardo raggiunto da una classe politica che ha saputo valorizzare le sue risorse, amministrando al meglio. Un riconoscimento del genere, su scala mondiale, sarà decisivo per far incrementare ancora di più il turismo e gli introiti in una regione sovente sottovalutata, e che finalmente ha avuto la meritata ricompensa“. Anche il presidente fondatore del Best region award, il prof. Brooke McMillon, si è detto soddisfatto per l’esito della premiazione nell’edizione 2016: “Un primo posto meritato per la regione Calabria e per l’Italia, un attestato d’eccellenza che deve dare lo slancio alla classe dirigente italiana per un miglioramento nella gestione del territorio . La politica locale in passato ha commesso qualche pecca, la Calabria è una regione non certo priva di problematiche, ma il suo splendore, tuttavia, non è mai stato scalfito minimamente”.

Nelle prossime settimane una delegazione del comitato organizzatore dell’evento si recherà a Cosenza, sono previsti anche dei finanziamenti che la regione Calabria potrà utilizzare nel corso del prossimo anno, fino a Novembre 2017, quando si terrà l’edizione del Best region award 2017.

La notizia è stata riportata anche da Calabria Reportage ma è una bufala. Lo diciamo in tutta serenità per due motivi: il primo ci viene fornito dal disclaimer di Giornale Informativo:

Giornale Informativo è tra i blog satirici più cliccati del web. Alcune notizie potrebbero essere inventate ma non vogliono offendere nessuno, nè generare confusione con la vera informazione sul web, anche perchè la vera informazione non esiste, dato che ogni giornale pubblica più bufale che notizie vere. Riferimenti a fatti o persone realmente esistenti sono del tutto casuali.

Il secondo ci viene fornito da questo articolo de Il Patriota pubblicato il 19 Ottobre 2016, avente come oggetto la Campania, anch’essa vincitrice del Best Region Award 2016 tenutosi a Washington. L’articolo è identico a quello scritto da Giornale Informativo. Anche il disclaimer de Il Patriota parla chiaro:

Il Patriota non è una testata giornalistica, e non viene aggiornato quotidianamente. Alcune delle notizie riportate potrebbero essere inesatte o inventate a scopo satirico, per far riflettere o semplicemente per divertire. Vogliate comunicarci se qualche contenuto presente nel sito turbi la vostra sensibilità, provvederemo a rimuoverlo o modificarlo.

Bufala, dunque. Forse creata sull’onda delle proteste per le affermazioni di Giancarlo Magalli in televisione, un topic che ora garantisce un buon numero di visite e click.

Perché sbufalare una cosa così ovvia? È sufficiente leggere i commenti all’articolo di Giornale Informativo e le considerazioni sparse nei meandri dell’universo social.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News