BUFALA Acqua Fontalba contaminata, famiglie intossicate al “Salvatore Cimino” – bufale.net

di Shadow Ranger |

Ci segnalano i nostri contatti un audio che circola a mezzo WhatsApp, dove una voce femminile dalla marcatissima cadenza dialettale ripete un messaggio allarmistico

Ciao ragazzi, una notizia seria. Eeee… il medico che lavora con noi alla casa di riposo… si trova al pronto soccorso di Termini Imerese. In pratica eeee…. ci ha segnalato cheeeeee… ci sarà qualche partita di acqua Fon-tal-ba infetta di qualche sostanza eeeeeeeee… sono arrivate delle famiglie intossicate da quest’acqua eeeeee…. non bevetene, se avete qualche confezione cercate di evitare buttatela! Ciao raga!!

Avrete riconosciuto la tipologia di bufala, nella quale ci siamo più volte imbattuti: qualcuno, adocchiata una marca d’acqua in particolare, imbastisce una turpe storiella a base di amici di amici, amici medici o altre persone di autorità pronti a spergiurare in un linguaggio confidenziale e popolare l’esistenza di un pericolo.

E non accade solo con gli alimenti: è fatto noto come in passato una donna di Udine abbia deciso di diffondere un allarme terrorismo infondato, per poi costituirsi e, nel 2015, una famiglia di Roma si sia trovata coinvolta in un finto allarme registrato e diffuso via audio.

Diffondere allarmismo via WhatsApp è facile, ed associare ad una voce, specie se “popolare ed amica” un allarme abbassa il livello di sorveglianza.

Portali come Himeraweb però hanno fortunatamente deciso di controllare

In queste ore è circolata la notizia, tramite una nota vocale diramata sull’applicazione WhatsApp,  circa la contaminazione di una partita d’acqua Fontalba a Termini Imerese. Nell’audio vocale si parla di soggetti finiti al pronto soccorso dell’ospedale “Salvatore Cimino” di Termini Imerese a causa di intossicazione, ma la notizia è risultata una bufala e smentita dalla stessa azienda siciliana Fontalba che con una nota (rilasciata in esclusiva a himeraweb.it ), ha chiarito la circostanza :

“In merito alla falsa notizia che sta girando in rete in queste ore, secondo la quale vi sarebbero persone intossicate e ricoverate presso l’ospedale di Termini Imerese per aver assunto acqua minerale “Fontalba”, l’Azienda dichiara che il relativo messaggio vocale, diffuso mediante Whatsapp, è assolutamente falso e che, pertanto, sta intraprendendo tutte le opportune azioni legali a tutela della sua pluridecennale credibilità ed immagine anche al fine di individuare i responsabili di tale ingiustificato procurato allarme che costituisce reato.

La società Montalbano Acque s.r.l. desidera rassicurare tutti i suoi consumatori: l’attenzione per la qualità e per la sicurezza dei propri prodotti è, infatti, da sempre alla base dei valori e degli obbiettivi dell’azienda traducendosi nell’impegno costante per mantenere alti standards qualitativi attraverso il controllo accurato dell’intero processo produttivo”.

Nel momento in cui scriviamo (ore 16,45 del primo dicembre) all’ospedale  di Termini Imerese non risulta alcun ricoverato per intossicazione. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri.

Riassumendo:

  1. Non ci sono allarmi contaminazione sull’acqua Fontalba (che sarebbero riportati sul sito del Ministero e non su un audio diffuso su WhatsApp)
  2. Non risulta alcuna famiglia o singolo individuo ricoverato per intossicazione a Termini Imerese
  3. Probabilmente chi di voi ha diffuso quest’audio ha compiuto il reato di procurato allarme con quel che ne consegue

Come per molti altri casi, il consiglio è interrompere la condivisione.

Latest News