Bambino delle Elementari a Bugliano con padre leghista partecipa a “Digiuno per Salvini”: mega bufala

di Redazione Bufale |

Ha fatto letteralmente il giro dei social oggi 21 gennaio la storia che ci arriva direttamente da Bugliano, dove un bambino sarebbe stato costretto a partecipare all’iniziativa “Digiuno per Salvini”, stando al volere del suo papà. Una vicenda che sta facendo molte vittime, in virtù del fatto che siamo al cospetto di una palese bufala. Il motivo? Tutto nasce da una pagina troll, se pensiamo al fatto che il Comune di Bugliano in realtà non esiste. Come del resto vi abbiamo riportato di recente con un altro articolo.

Il bambino di Bugliano che partecipa al “Digiuno per Salvini”

Nello specifico, tutto nasce da un post condiviso sulla pagina del Comune di Bugliano, in cui emerge la foto della giustifica da parte un papà, presunto esponente politico locale della Lega, che avrebbe imposto agli insegnanti di far partecipare suo figlio all’iniziativa “Digiuno per Salvini”. Insomma, bimbo esente dai pasti per un giorno, a causa delle idee politiche del suo papà. Il caso è molto particolare.

Il motivo? Da un lato c’è chi crede al post proveniente da Bugliano, ritenendo che sia assurdo che un padre imponga tali disposizioni per il proprio figlio (tra l’altro con un documento pieno di errori, quasi a voler evidenziare una sorta di analfabetismo di questa parte politica), mentre dall’altro ci sono i sostenitori di Salvini, secondo cui ciascun genitore ha tutto il diritto di condurre una battaglia del genere. Anche attraverso i propri figli.

Nel post originale di Bugliano non manca poi la presa in giro per l’ex Ministro dell’Interno: “Il consigliere d’opposizione Matteo Doroteo, della Lega di Salvini, ha portato una giustificazione per far digiunare suo figlio Benito per solidarietà a Matteo Salvini. Secondo il Doroteo suo figlio (9 anni) vorrebbe partecipare al #digiunopersalvini indetto dal suo partito per solidarietà nei confronti di Matteo Salvini, noto videoblogger su TikTok e Foodblogger su Instagram”.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News