Augurano e annunciano la morte di David Puente, aggiungono minacce e diffamazioni

di Bufale.net Team |

Augurano e annunciano la morte di David Puente, aggiungono minacce e diffamazioni Bufale.net

Sappiamo benissimo cosa comporta essere un fact checker: davanti a post che annunciano la morte di David Puente non possiamo restare immobili.

Semplicemente, perché capita spessissimo anche a noi trovarci la casella di posta inondata di minacce ed essere colpiti da altrettanto improbabili diffamazioni. Semplicemente, sappiamo benissimo che in alcuni gruppi il tiro al giornalista e al fact checker è uno sport molto in voga.

Anzi, sappiamo che si viene premiati se si prova di aver agito in modo violento e aggressivo verso determinate categorie.

Quindi non ci sorprende sapere che su Instagram è apparso un post dove lo scrivente nell’ordine:

  1. Annuncia la scomparsa di David Puente, scritto “Puehte” nella didascalia in un probabile tentativo di ingannare i filtri di ricerca del social
  2. Dichiara che l’ANSA avrebbe accusato il giornalista e fact checker di essere un pedofilo. Ovviamente falsa accusa nello stile dei QAnon che amano accusare il nemico di pedofilia a random
  3. Minaccia, tra le altre cose di “scatenare una macchina del fango”, di consegnare il suo indirizzo di casa “A tutte le persone che hanno imparato a odiarlo e ai principali novax” (di sicuro non con intenti amichevoli) dopo aver descritto l’immaginifica scena del giornalista che implora la pietà dell’anonimo.

Ci teniamo quindi a precisare: non esiste nessuna morte di David Puente, non è un pedofilo e ci sono azioni che travalicano la critica per diventare altro. Altro da cui bisogna fermamente dissociarsi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Il seguente articolo fa parte del progetto di FACT-CHECKING di Bufale e segue tutte le regole del fact-checking e della metodologia qui indicata. Per eventuali reclami potete contattarci al seguente indirizzo.

Latest News