ANALISI IN CORSO Nigeriano con la lebbra a Rimini

di Luca Mastinu |

ANALISI IN CORSO Nigeriano con la lebbra a Rimini Bufale.net

Ci segnalano un articolo pubblicato il 3 Maggio 2017 su Voxnews (archive.is):

NIGERIANO CON LA LEBBRA A RIMINI

L’INTEGRAZIONE AVANZA – Ricoverato per lebbra. In Italia. Si tratta di un nigeriano di 29 anni che frequenta la parrocchia. Gioite.
L’immigrato amico del prete è stato ricoverato domenica scorsa per lesioni sulla pelle che hanno insospettito i medici. Da qui la decisione di ricoverarlo nel reparto Malattie infettive dell’ospedale di Rimini dove è iniziata una serie di accertamenti al fine di stabilire l’origine delle lesioni.

La quasi certezza dei medici è che si tratti di lebbra, della quale potete vedere gli effetti nella foto in alto, tanto che il paziente verrà trasferito oggi a Genova, presso il centro di riferimento nazionale per quanto riguarda questo tipo di malattia. Tutto a spese dei contribuenti. Il nigeriano infetto in questi giorni è sempre rimasto nel reparto infettivi.

Voxnews ha un modello a canne mozze di livore misto a diagnosi affrettate e improvvise. Nel fodero nasconde anche foto prese a caso su Internet per attribuirle alla notizia riportata (male). Ancora, nel cinturone nasconde una serie di risposte pronte, sapendo di sbagliare quando legge un fact-checking che stimolerà le sue “siete complici dell’invasione”, insomma. Cose così.

Il caso sospetto di lebbra è reale e troviamo riscontro su AltaRimini nell’articolo “Rimini: sospetto caso di lebbra, ricoverato giovane nigeriano. Verrà trasferito nel centro specializzato di Genova” pubblicato alle ore 8:06 del 3 Maggio. Leggiamo che il giovane «originario della Nigeria e residente a Rimini da diversi anni» si trova al reparto Malattie Infettive da Domenica. La sua diagnosi non è ancora stata confermata. Intanto sono state ricercate tutte le persone che negli ultimi giorni sono entrate in contatto con l’uomo, ma per le quali non è prevista alcuna profilassi. Saranno sufficienti dei controlli.

Alle 8:56 del 3 Maggio Corriere Romagna scrive che la possibilità che si tratti di lebbra esiste, ma non esistono ancora esiti ufficiali. Il giovane è stato in Africa nelle scorse settimane e al suo rientro ha accusato i primi sintomi.

Per evitare una psicosi collettiva i sanitari spiegano che la lebbra non è una malattia particolarmente aggressiva e quindi non si contrae dal semplice contatto. È necessaria una frequentazione più assidua, associata anche a un particolare stato di salute, magari denutrizione e un fisico debilitato.

Leggiamo, inoltre, che l’uomo vive solo ma che è un abituale frequentatore della parrocchia, per questo VoxNews lo definisce «l’immigrato amico del prete».

Troviamo riscontro anche su Rimini Today nell’articolo pubblicato alle 9:03 del 3 Maggio. Leggiamo che nella giornata di Mercoledì (ieri) è stato trasferito presso il centro specializzato di Genova. Allo stesso modo, Il Resto del Carlino ci informa sugli esiti non ancora pervenuti.

Infine, la foto caricata in ipertensione da VoxNews con la spiegazione «La quasi certezza dei medici è che si tratti di lebbra, della quale potete vedere gli effetti nella foto in alto» è stata prelevata da un’indagine condotta sui batteri resistenti ad alcool e acidi, presentata con una serie di slide dallo studente Edgar Tordò il 23 Marzo 2015 sul sito Slideshare.net. La diapositiva con la foto usata da VoxNews è la numero 11 e riporta un esempio di infezione da lebbra.

La nostra analisi è dunque in corso, così come lo sono quelle condotte sul paziente nigeriano. Per quanto il sospetto che si tratti di lebbra sia molto alto tra gli specialisti non esistono ancora diagnosi ufficiali. VoxNews accelera decisamente i tempi, specie nel titolo, nel suo pieno stile disinformatore.

Saremo lieti di aggiornarvi in un prossimo articolo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News