31 Marzo 2021: riapertura confini e fine di ogni limitazione – Smettetela con le bufale a tema #lockdown

di Shadow Ranger |

31 Marzo 2021: riapertura confini e fine di ogni limitazione – Smettetela con le bufale a tema #lockdown Bufale.net

Non c’è due senza tre: per tutta la giornata di ieri non abbiamo fatto altro che esaminare bufale tema #lockdown. Prima un messaggio virale che prometteva un impossibile calendario della fine delle limitazioni, poi un suo omologo “redatto” su una triste imitazione di un documento ministeriale e adesso questo.

FINE FASE 1: PROGRAMMATA

•14 Aprile Librerie e Cartolerie
•18 Aprile riapertura aziende agricole e industriali

FASE 2: IPOTESI
•4 maggio Libera circolazione ma con obblighi come mascherine e distanza di sicurezza.
•4 maggio Negozi tessili, di arredamento e d’abbigliamento con ingressi scaglionati, file lunghe e prenotazioni (no centri commerciali).
•11 Maggio Tribunali ed uffici professionali
•18 Maggio BAR E RISTORANTI ed altre attività di ristorazione con distanze da rispettare
•25 Maggio Parrucchieri e Barbieri con obbligo mascherina, ingressi singoli.
•31 maggio ripartenza campionato di calcio e altri sport collettivi.
8 Giugno Centri sportivi ma solo per sport individuali o lezioni con basso assembramento.

FASE 3: IPOTESI
•SETTEMBRE Riapertura scuole superiori con divisione turni e lezioni online, ancora da decidere materne ed elementari.
•DICEMBRE Cinema e Teatri
•MARZO 2021 DISCOTECHE E STADI
•31 MARZO 2021 RIAPERTURA CONFINI E FINE DI OGNI LIMITAZIONE

Lo sapete che in questo caso scrivere ipotesi è come scrivere pensiero mio sotto ogni bufala? Che non rende quello che state facendo in questo momento un atto meno pericoloso, scriteriato e nocivo?

31 Marzo 2021: riapertura confini e fine ogni limitazione – Smettetela con le bufale a tema #lockdown

Non possiamo che ricordarvi quanto scritto relativamente alle precedenti iterazioni della bufala e quanto detto dal Presidente del Consiglio Conte.

Ad oggi anche l’inizio della fase 2 è una data altamente probabile, ma non sicura.

Ci sono troppi fattori in ballo, e dobbiamo abituarci all’idea che una Pandemia in corso oblitera il controllo del tempo che abbiamo.

Siamo abituati ad avere il controllo completo del tempo. Compriamo qualcosa su Amazon, e ci aspettiamo che arrivi alla data indicata. Prenotiamo vacanze in anticipo, ed alla data prevista abbiamo già preso le ferie e approntato i bagagli.

Una Pandemia non è né un nemico “umano” né qualcosa con cui puoi patteggiare. È un evento naturale come un uragano o un’alluvione.

Non patteggi con un disastro naturale: puoi solo sperare che le misure che hai messo in cantiere vadano a buon punto.

Non esistono previsioni efficaci del picco epidemico, quindi non esistono previsioni efficaci sull’inizio della Fase 2.

Avete fatto i vostri conticini disinformati, magari avete raccolto qualche indiscrezione e “riempito i vuoti in modo creativo”.

E tutti sappiamo come è andata a finire l’ultima volta che qualcuno ha irresponsabilmente diffuso indiscrezioni.

Magari non importa: se il Governo sapesse, anzi potesse calendarizzare l’uscita dal #lockdown, l’avrebbe già fatto.

Ma perché non mi fai condividere? Cosa rischiamo?

Che qualcuno vi prenda in parola, ad esempio.

Che, se per un qualsiasi motivo l’inizio della riduzione graduale delle misure di #lockdown fosse rimandato tutti coloro che hanno ricevuto le vostre “ipotesi” invece decideranno di darvi retta, di fatto disperdendo e danneggiando il lavoro di mesi.

O che qualcuno cominci a ritenere una Catena di S. Antonio più affidabile delle indicazioni ministeriali solo perché più “favorevole”. Nuovamente danneggiandoci tutti.

Quindi, per favore, con le buone o le cattive, smettete di condividere Catene di S. Antonio. Non servono a nulla se non a recar danno.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News