Vandali in un bar gestito da un’italiana scrivono «tr**a neg*a» e disegnano una svastica

di Luca Mastinu |

Vandali in un bar gestito da un’italiana scrivono «tr**a neg*a» e disegnano una svastica Bufale.net

Accade a Rezzato (Brescia) nel bar gestito da un’italiana “colpevole” di avere origini marocchine, apostrofata come “tr**a neg*a” da scritte lasciate con la vernice spray sul pavimento del suo esercizio.

Lo scrive Giornalettismo riportando una denuncia social pubblicata sulla pagina Facebook Rezzato Democratica: il bar gestito da M.K., 36 anni, è stato vandalizzato durante la notte tra il 26 e il 27 gennaio. Gli assalitori hanno sfondato la vetrina e hanno scritto “Tr**a neg*a” sul pavimento, accompagnando l’ingiuria con una svastica e una croce celtica.

Durante la scorsa notte ignoti si sono introdotti in un bar di Rezzato sfondando le vetrine e imbrattando i pavimenti con segni e scritte ingiuriose rivolte alla titolare. Segni che stridono con la giornata di oggi dedicata alla memoria delle vittime della Shoah e delle tremende conseguenze del razzismo innalzato a ideologia. Vogliamo esprimere tutta la nostra vicinanza alla titolare condannando con nettezza questo atto vile e razzista. Siamo convinti che le Forze dell’Ordine sapranno individuare al più presto i responsabili perché questo gesto violento non resti impunito.

La notizia è riportata anche dall’Ansa e dalla stampa locale.

La titolare – scrive Corriere della Sera è stata svegliata alle 2 di notte dall’allarme del bar e una volta accorsa sul posto ha visto il risultato del raid razzista e sessistaGiornale di Brescia l’ha intervistata: la donna ha riferito di non essere sicura sulla riapertura dell’attività in quanto si sente molto spaventata dall’accaduto. Ha raccontato, inoltre: “Spesso ricevevo apprezzamenti insistenti dai clienti e anche minacce verbali. Per questo preferivo sempre farmi accompagnare all’apertura e alla chiusura del bar”.

Come scrive anche Brescia Today sul caso indagano i Carabinieri. Per il momento non sono stati individuati i responsabili del raid razzista e sessista ai danni del bar gestito da un’italiana.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News