Va sminuita la denuncia dei Navigli affollati a Milano, ma Sala tuona: “Chiudo tutto”

di Redazione Bufale |

Navigli affollati
Va sminuita la denuncia dei Navigli affollati a Milano, ma Sala tuona: “Chiudo tutto” Bufale.net

Non parliamo né di bufala, né di notizia vera, ma qualche precisazione sui Navigli affollati a Milano ieri 7 maggio è necessaria. A maggior ragione dopo la dura presa di posizione da parte del Sindaco Sala di questi minuti. Come vi abbiamo spiegato a suo tempo con un articolo generico, ma tutto sommato idoneo al caso di oggi, le foto che mettono in evidenza assembramenti non sempre ci danno un quadro reale di quello che avviene in Italia e in giro per il mondo. Ed oggi proveremo a capire perché.

Navigli affollati, Sala minaccia di chiudere Milano

Partiamo però dall’ultima novità in ordine di tempo, perché le immagini dei Navigli affollati certo non hanno fatto piacere a Sala. Come riporta Il Fatto Quotidiano, infatti, il sindaco di Milano ha commentato duramente quanto avvenuto, con tanto di minaccia ai cittadini: “Immagini vergognose. Se le cose restano così, chiudo anche l’asporto. Poi lo spiegate voi ai ristoratori. Non è un guardie e ladri, non è un gioco“. Insomma, la classe politica locale non intende restare a guardare al cospetto di comportamenti irresponsabili.

Fin qui la cronaca, ma senza voler in alcun modo sminuire le colpe di coloro che sono andati in giro a Milano senza mascherina, qualche informazione extra sui Navigli affollati va data. In queste settimane, infatti, ci sono stati studi danesi in grado di dimostrare come foto e video registrati con un teleobiettivo invece di un obiettivo grandangolare possano in qualche modo creare effetti diversi da quelli reali.

Cosa vuol dire questo? Navigli affollati e troppe persone senza mascherina, è fuori discussione. Allo stesso tempo, l’immagine riportata ad inizio articolo ci dice che i tre ponti che si vedono attraverso diverse foto e video non sono così vicini come sembra nel famoso video di Repubblica. Tra una struttura e l’altra, infatti, ci sono diverse centinaia di metri di distanza.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News