Utente di Twitter ha augurato un carcinoma alla Cirinnà… e non solo

di Bufale.net Team |

Troppe cose si fanno con leggerezza su Internet: e vorremmo che l’utente che su Twitter ha augurato un carcinoma alla Cirinnà si fermasse. Quantomeno per rendersi conto della orribile gravità delle sue azioni.

Il Tweet, fortunatamente rimosso da Twitter ma archiviato dall’interessata, fa parte di una lunga sequela di pesanti auguri che qualcuno ha trovato sommamente divertente lanciare.

Prima vittima, come dicevamo, la citata Monica Cirinnà

Il crudele augurio
Il crudele augurio

Ma nello stesso giorno lo stesso utente ne ha avuti per ogni rappresentante della politica avverso alla sua fazione.

La sedicente utente di destra, in quanto alcuni dei suoi insulti vengono descritti come in difesa di Salvini non sta rendendo un buon onore alla sua causa politica. Anzi, la sta danneggiando

Il prosieguo dei brutali insulti
Il prosieguo dei brutali insulti

Auguri di cancri al cervello ai figli di chi ha osato mancare di rispetto ad un leader politico che dovrebbe disconoscerla e rigettarla, auguri di tumore al pancreas a Maria Elena Boschi, cancro anche per Laura Boldrini e sua figlia, e per mera storia familiare.

Quest’utente, di cui non faremo il nome non certo per pietà nei suoi confronti, ma perché è politica di questa pagina dare risalto solo alle cose positive e non alle negative, e negare la fama e la gloria a chi la persegue con l’ingiuria e la minaccia, dovrebbe sapere alcune cose.

Ad esempio che, anche se non sempre augurare il cancro è un reato, ogni qualvolta tale minaccia sia espressione di malanimo ed aggressione al decoro dell’individuo possono venissimo configurare il reato ascritto, in questo caso aggravato dalla pubblicità del mezzo.

Questo dal punto di vista legale: dal punto di vista morale, non cesseremo mai di dichiarare quanto siano gravi simili affermazioni, invitando Twitter a provvedere immediatamente alla limitazione dell’utenza indicata e ribadendo che, almeno sulle nostre pagine, simili atteggiamenti saranno sempre accolti da ban seguiti da segnalazioni a Odiare ti Costa.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News