Stavolta vanno oltre Libero e Renato Farina su Greta Thunberg: “Bisogna ricoverarla d’urgenza”

di Redazione Bufale |

Ci sono dei limiti che non andrebbero mai superati, nemmeno nell’ambito della libertà d’espressione su un tema come quello del clima, stando a quanto scritto da Renato Farina su Libero contro Greta Thunberg. Ormai i titoli di questo quotidiano contro la sedicenne si sprecano, come avrete notato anche attraverso il nostro ultimo approfondimento sul tema di pochi giorni fa, ma oggi 29 settembre è stato portato alla nostra attenzione un articolo se vogliamo ancora più pesante. Considerando anche le motivazioni che hanno indotto questa “penna” ad esprimersi così.

Perché Renato Farina si scaglia contro Greta Thunberg?

L’approccio di Libero Quotidiano nei confronti di Greta Thunberg è ormai noto, con una serie di copertine di Vittorio Feltri dai toni e dalle espressioni discutibili. Nulla di nuovo, ma il fatto che Renato Farina ritenga che una ragazzina debba essere ricoverata d’urgenza risulta a tanti italiani inaccettabile. A prescindere dalle opinioni che ognuno può avere sulla battaglia che lei stessa sta portando avanti. Il giornalista, più in particolare, cita il famoso studio di 500 scienziati che avrebbero sminuito le tesi di Greta.

A tal proposito ci sarebbe tanto da dire, come il fatto che altri studi, apparentemente più completi e concreti, siano andati in direzione opposta. Una situazione nella quale, probabilmente, nessuno tra i non addetti ai lavori, può farsi portatore del Vangelo. Eppure Greta Thunberg e chi sta con lei mai si sono rivolti ai loro oppositori in questo modo. Sarebbe dunque il caso che i giornalisti, come Renato Farina, evitassero di accentuare tensioni con uscite rivedibili. Soprattutto nella forma più che nella sostanza.

Per intenderci, proprio Renato Farina è già sto condannato in Cassazione nel 2013 a un risarcimento di 130.000 euro per gli articoli diffamatori contro il magistrato Ilda Boccassini. Staremo a vedere se ci saranno effetti per espressioni così pesanti nei confronti di Greta Thunberg.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News