Senatrice Maureen Walsh: “Gli infermieri giocano a carte invece di lavorare”

di Bufale.net Team |

La Senatrice dello Stato repubblicano di Washington Maureen Walsh ha attirato l’attenzione nazionale e molte critiche per una sua affermazione poco lusinghiera sul personale ospedaliero.

Il 16 aprile la Senatrice ha dichiarato che gli infermieri, negli ospedali con pochi pazienti, “probabilmente fanno pause” e “probabilmente giocano a carte per una considerevole quantità di giornata”.

L’affermazione è vera, ma bisogna precisare che Walsh stava parlando specificamente di infermieri in piccoli ospedali rurali ad accesso critico. Non si riferiva a tutto il personale ospedaliero e in tutti i contesti.

 

La storia

La dichiarazione della Senatrice Walsh è stata fatta come parte delle sue osservazioni durante un dibattito sulla legislazione intesa a migliorare le condizioni di lavoro degli infermieri.

Il 19 aprile, il sito Web Nurse.org ha pubblicato un articolo virale sulla vicenda, aprendo la polemica:

Sì, avete letto bene, la senatrice Maureen Walsh dello Stato di Washington sembra credere che gli infermieri abbiano davvero il tempo di sedersi e giocare a carte durante il lavoro. Gli infermieri di tutto il mondo stanno rispondendo che sono effettivamente impegnati a salvare vite umane e raramente sfruttano le pause garantite dalla legge. Il senatore Walsh, il 16 aprile 2019, si riferiva alle infermiere che lavorano negli ospedali ad accesso critico. Crede che questi infermieri dovrebbero essere esclusi dal disegno di legge dello Stato di Washington SHB 1155 che dovrebbe proteggere gli infermieri dagli straordinari obbligatori, garantendo pasti e pause.

Walsh ha tuttavia fatto le sue osservazioni in un contesto molto specifico, e non si riferiva a tutti. Più specificamente, Walsh sostiene l’emendamento n.724, che esenterebbe una certa categoria di ospedali (ospedali ad accesso critico) dal disegno di legge.

Gli ospedali per accesso critico (CAH) sono ospedali di dimensioni minori, tipicamente rurali, con meno di 25 posti letto. Poiché in genere servono comunità rurali relativamente isolate, ricevono un certo sostegno finanziario e benefici dal governo federale al fine di garantire la loro sostenibilità.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News