“Sedici componenti del CDA Pfizer hanno rassegnato le dimissioni nel giro di due giorni” – Su dodici?

di Bufale.net Team |

“Sedici componenti del CDA Pfizer hanno rassegnato le dimissioni nel giro di due giorni” – Su dodici? Bufale.net

Ci segnalano i nostri contatti una serie di condivisioni per cui “sedici componenti del CDA Pfizer hanno rassegnato le dimissioni”.

Premettiamo: il CdA di Pfizer-Biontech è composto esattamente da dodici persone.

Dodici persone componenti del CDA Pfizer il cui capo, Albert Bourla, riveste tale ruolo dal 2019. La palma del membro più giovane spetta per anzianità spetta ad esempio alle dottoresse Desmond-Hellmann e Hockfield, entrata in CdA proprio nel 2020.

Tra i più anziani abbiamo la dottoressa Hobbs, nel direttorio dal 2011 ed il direttore esecutivo Echevarria, dal 2015.

Ovviamente, la presenza di membri risalenti nel tempo in un consiglio di amministrazione di dodici persone esclude le dimissioni degli stessi.

Se fosse vero che “sedici componenti del CDA Pfizer hanno rassegnato le dimissioni nel giro di due giorni”, di fatto un consiglio di amministrazione in questo momento non ci sarebbe. Quantomeno i mercati avrebbero reagito ad un catastrofico annientamento del CdA di tal fatta.

Un conto è infatti il normale avvicendamento, che per dire ha portato Bourla a succedere a Ian C. Read, evento normale nella vita aziendale.

Un conto è postulare un evento cataclismico che spazzi via la Governance di una azienda quotata in Borsa.

Peraltro all’alba di un evento storico che, nonostante per ora faccia registrare modesti risultati di borsa, porterà nelle casse di Pfizer e Moderna (e con buone ragioni) ingenti somme di danaro.

Non è insomma per il buon dottor Bourla, ricercatore, veterinario e direttore del CdA Pfizer di tirare i remi in barca e dimettersi, ma potrebbe essersi guadagnato diversi vantaggi.

Oltre che una immensa soddisfazione.

 

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News