Salvini, Meloni e la bufala sul centenario del PCI che diventa festa nazionale

di Redazione |

salvini
Salvini, Meloni e la bufala sul centenario del PCI che diventa festa nazionale Bufale.net

Sappiamo bene quanto alcuni politici siano attivi sui social. Tra pane e Nutella, provocazioni e la condivisione di notizie può capitare di sbagliare, no? O di distorcere un messaggio magari. Allora ecco che l’intenzione di “consentire l’organizzazione e lo svolgimento di iniziative culturali previste in occasione del centesimo anniversario del Partito comunista italiano” autorizzando “la spesa di 200.000 euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021” – come recita un emendamento del Governo – diventa, secondo Salvini e Meloni, la festa nazionale italiana per la fondazione del Partito Comunista.

La bufala di Salvini e Meloni, che manipolano il messaggio

La bufala condivisa da Matteo Salvini sul suo profilo riguarda quindi il centenario del PCI e l’intenzione del governo di renderlo una festa nazionale. Intenzione? No, invenzione. Perché, come riportato da Giornalettismo, “il decreto del presidente del Consiglio dei Ministri non prevede assolutamente l’assimilazione del centenario PCI a una festa nazionale come possono essere il 2 giugno (Festa della Repubblica) e il 25 aprile (anniversario della liberazione)”.

Anche Giorgia Meloni ci mette del suo condividendo la notizia sulla presunta festa nazionale per il centenario del Pci.

Il testo del decreto parla di finanziare la celebrazione di “anniversari di interesse nazionale”

Come recita il testo del decreto che Salvini e Meloni decontestualizzano: “La Struttura di missione assicura gli adempimenti necessari per la realizzazione dei programmi e degli interventi connessi alle celebrazioni degli anniversari di interesse nazionale e per la promozione di eventi sportivi di rilevanza nazionale e internazionale”. Di cosa si parla? Di anniversari di interesse nazionale e che hanno segnato la storia del nostro paese. Riconoscere alcune manifestazioni come rilevanti a livello nazionale non significa in alcun modo renderle festa nazionale ed è proprio qui che sta il peccato di disinformazione.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News