Salgono a 29 morti in Norvegia dopo il vaccino Covid: prime risposte dall’agenzia del farmaco

di Redazione Bufale |

Morti in Norvegia
Salgono a 29 morti in Norvegia dopo il vaccino Covid: prime risposte dall’agenzia del farmaco Bufale.net

Arrivano i primi riscontri più concreti a proposito dei 29 morti in Norvegia dopo la somministrazione del vaccino Covid. Se ne parla da giorni, come del resto abbiamo iniziato a riportare alle porte del weekend con un primo articolo in merito, mentre oggi 17 gennaio decidiamo ancora una volta di non etichettare il nostro pezzo con “notizia vera” o “bufala”. Questo per completezza d’informazione, pur ritenendo importante aggiornare i nostri lettori con le informazioni disponibili di domenica su un tema tanto delicato e complesso.

Primi riscontri sui 29 morti in Norvegia dopo il vaccino Covid dall’agenzia del farmaco nazionale

Fondamentalmente, oggi abbiamo i primi feedback più precisi direttamente dall’agenzia del farmaco che opera in questo Paese, relativamente alla storia dei 29 morti in Norvegia dopo il vaccino Covid. Una sorta di nota stampa che è stata riportata da Bloomberg, con cui possiamo in primis parlare di un numero più elevato di pazienti deceduti, rispetto ai 23 che erano venuti a galla nei giorni scorsi. Detto questo, diventa fondamentalmente contestualizzare il quadro clinica dei suddetti pazienti:

Ci sono 13 decessi che sono stati valutati, e siamo a conoscenza di altri 16 decessi che sono attualmente in fase di valutazione. Sono tutti casi di persone anziane con gravi disturbi di base. La maggior parte delle persone ha sperimentato gli effetti collaterali attesi del vaccino, come nausea e vomito, febbre, reazioni locali nel sito di iniezione e peggioramento delle condizioni di base“.

Insomma, è importante partire dal presupposto che la Norwegian Medicines Agency non abbia certo negato i fatti, in modo tale imporre da subito il corretto indirizzamento verso la trasparenza delle indagini. Allo stesso tempo, però, i casi esaminati finora sono tutti caratterizzati da aspettative di vita molto basse. Dunque, al momento non ci sono evidenze sul fatto che queste persone sarebbero sopravvissute senza l’iniezione del vaccino Pfizer.

Dunque, a differenza di alcune vittime più giovani, qui si va verso una sentenza più chiara. Tra i 29 morti in Norvegia dopo il vaccino Covid, alcuni potrebbero aver fatto i conti con effetti collaterali determinanti, ma il tutto in quadro clinico già compromesso.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News