Quest’uomo si chiama Leumas Noskcaj, ha rubato due auto e stuprato una signora…

di Shadow Ranger |

Quest’uomo si chiama Leumas Noskcaj, ha rubato due auto e stuprato una signora… Bufale.net

Leumas Noskcaj, il nostro (non troppo) misterioso personaggio serve a riconciliarvi col concetto di meme asceso.

Avete presente quando vi viene in mente una burla così geniale che non potete trattenervi dal sottoporla a chiunque vi capiti a tiro, pur sapendo che qualcuno ci cascherà, e non solo si renderà assai ridicolo facendolo, ma per colpa della vostra burla coinvolgerà altre persone facendo danni in giro?

Questo è il caso della beffa di Leumas Noskcaj, e tante altre burle della categoria del meme asceso (esempio cardine, gli infiniti parenti della Boldrini e della Kyenge, ormai comprendenti cantanti, wrestler e supereroine): fanno ridere perché qualcuno ci casca di sicuro, ma smetti di ridere pensando alla pochezza di coloro che vi cascano e non trovano niente di meglio da fare che esibire la loro povertà intellettuale, rampante xenofobia e, generalmente, qualità che li rendono peggiori come esseri umani.

La beffa di Leumas Noskcaj
La beffa di Leumas Noskcaj

Come avrete capito, vi basta leggere al contrario il nome del curioso personaggio Leumas Noskcaj e ricordare un po’ di film storici del recente passato: la foto è Samuel Jackson, famoso attore di Hollywood il cui nome al contrario si legge Leumas Noskcaj.

La foto usata per il meme è un montaggio del Centro Commerciale Adamello e della sequenza del film Pulp Fiction in cui Winston Wolf, l’agente di Marsellus Wallace il boss mafioso capo del personaggio interpretato da Samuel L. Jackson (Jules Winnfield), nel divertito tentativo di aiutare Jules ed il suo amico Vincent ad occultare le tracce di un omicidio accidentale da loro compiuto ordina che le loro costose giacche e cravatte insanguinate siano buttate e sostituite da vestiti “casual” dagli sgargianti colori e dalle figure pop, in modo da evitargli di tornare a casa con vestiti con macchie sospette e poter ridere della loro dabbenaggine.

Non è del resto la prima volta che in questo genere di burle, vera pesca a strascico dei peggiori indinniati, personaggi famosissimi non vengono riconosciuti dalla folla a causa della loro pelle: ad esempio, non troppo tempo fa orde di indinniati patriotti decisero di scagliarsi proprio contro Samuel L. Jackson e Magic Johnson, fomentati da un post-burla.

Leumas Noskcaj per questo è ben più che una burla: è una misura del nostro pregiudizio che, in questi tempi, ormai ha superato i limiti di una società sana ed in grado di sostenersi e regolarsi da sola.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News