Professore di estrema destra indagato per le offese a Mattarella: “Vicino a gruppi antisemiti”

di Redazione Bufale |

Offese a Mattarella
Professore di estrema destra indagato per le offese a Mattarella: “Vicino a gruppi antisemiti” Bufale.net

Anche un professore di estrema destra indagato per le offese a Mattarella. Nella mattinata di oggi i carabinieri del Ros hanno effettuato delle perquisizioni nelle abitazioni delle undici persone indagate per aver insultato sui social nei confronti di Mattarella. Le indagini proseguono senza sosta da parte dei carabinieri per queste undici persone che, secondo ipotesi di reato, si sarebbero servite delle diverse piattaforme social per insultare e minacciare il Presidente della Repubblica.

Primi dettagli sul professore di estrema destra indagato per le offese a Mattarella

Si tratta quindi di un inizio, una prima mossa per capire poi se da questa indagine possano esserci delle reali condanne. Ciò che emerge da queste perquisizioni, almeno stando ai primissimi indizi, è che tra queste undici persone ci sarebbero alcune molto vicine agli ambienti di estrema destra, sovranisti e anti-europeisti.

Vicenda che non abbiamo mai mollato, come avrete notato con il nostro ultimo articolo a tema. Dalle prime ricostruzioni si parla anche di un professore di circa 53 anni, la cui identità è rimasta nascosta, che è stato a stretto contatto con gruppi e militanti di ispirazione suprematista e antisemita tramite la piattaforma social russa VKontakte.

Le perquisizioni sono avvenute nella mattinata di oggi nelle città di Roma, Latina, Padova, Bologna, Trento, Perugia, Torino e Verbania, dove hanno la residenza queste undici persone accusate di aver commesso gravi offese social nei confronti di Sergio Mattarella. Sono sotto esame i device elettronici e i vari profili social di questi indagati e stando alle indagini preliminari sono almeno tre le persone che hanno evidenziato stretti contatti con le frange più estreme della destra sovranista italiana.

Tra le offese a Mattarella, sono stati presi in esame messaggi web che risulterebbero altamente offensivi nei confronti del capo dello Stato, fungendo da vere e proprie aggressioni alle più alte istituzioni del Paese. Sono stati davvero tantissimi i post considerati offensivi nei confronti di Mattarella tra l’aprile del 2020 e febbraio 2021.

Queste undici persone sono indagate per i reati di offesa all’onore e al prestigio del presidente della Repubblica e istigazione a delinquere. Confermato anche da Next Quotidiano che ci sia un professore indagato per le offese a Mattarella.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News