Pesce d'Aprile 2016: idee da Google a Youtube, le bufale virali del passato

di Sara Simonato |

Pesce d'Aprile 2016: idee da Google a Youtube, le bufale virali del passato Bufale.net

1aprile
Disegno di Federico Cecchin © – www.federicocecchin.com
Primo Aprile, chi non lo aspetta con ansia? Che sia per preparare uno scherzo o per paura di riceverne, ogni persona sulla faccia della terra aspetta questo giorno con un misto di divertimento, ansia e, perché no? Eccitamento.
Perché tutti vogliono fare lo scherzo migliore e, bisogna dirlo, da quando il web ha preso il sopravvento, ci si sono messi pure i colossi mediatici a fare il bello e il cattivo tempo nella corsa a scherzolandia. Al punto che alcuni scherzi hanno fatto il giro del mondo via internet e sono diventati virali e famosissimi.
Insomma, come non dare credito ad una notizia se viene fuori da Google? Eh, beh, il risultato è una bufala di proporzioni cosmiche, la madre di tutte le bufale, la “bufalissima” perché diciamocelo, Google è un pò come quando a casa la nonna ti diceva “l’ha detto la televisione, quindi è vero”. Già, l’ha detto Google, quindi è vero 🙂
L’anno scorso quindi, che ha fatto Google? Ha lanciato la notizia di una nuova applicazione della sua posta elettronica, Gmail, attraverso la quale gli utenti avrebbero potuto inviare i “selfie” in automatico a tutta la rubrica contatti. Il tam-tam fu così immediato che alcuni media internazionali, colossi dell’editoria e della tv, lanciarono la bufala e il risultato fu che diventò virale in pochissime ore.
Come se non bastasse – e questa è favolosa – gli uomini di google lanciarono lo stesso giorno, l’iper-bufala nerd. Dissero cioè che su google maps era possibile visionare in tempo reale il percorso che facevano ehm… i Pokèmon sul nostro pianeta, e che questo era visibile non solo da pc, ma anche da smatphone e tablet: geniali! Come minimo i progettisti dello scherzo si saranno rotolati dalle risate ogni volta che vedevano un click al link e, data la portata del network, avranno riso un sacco immaginando la faccia degli utenti che si accorgevano dello scherzo!
Dal canto suo Youtube, per come è costituito, si focalizzò sulla pubblicazione di centinaia di pesci di aprile degli utenti e quindi si partiva dalle telefonate di vincite milionarie, classico, a morti eccellenti, ovviamente riprese immediatamente da social e media e messe in rete.
Nonostante questo grande richiamo mediatico lo scherzo degli scherzi fu, senza dubbio, quello di Orson Wells e la sua Guerra dei Mondi. Nel 1938 andò in onda la diretta del secolo, che annunciava lo sbarco dei marziani sul pianeta terra, con tanto di telecronaca in diretta. Provocò un delirio tale che tantissima gente si sentì male, il panico prese il sopravvento e lui passò alla storia con il miglior esempio mai fatto di “induzione alla follia collettiva” con tanto di attacchi di panico. Fenomenale!
Insomma, di esempi adesso ne avete, siate originali, divertitevi e buon pesce d’aprile a tutti!

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News